L'annuncio

Depuratori siciliani, sbloccati 245 milioni. Faraone: “Usciamo dal pantano”

admin-ajax
6 ago 2016 - 12:38

SICILIA -Sulla depurazione in Sicilia cominciamo ad uscire dal pantano. Oggi sono state pubblicate 5 gare per sbloccare i primi interventi relativi a sistemi fognari e impianti di depurazione finanziati dal Cipe nel 2012. Bandi che consentono di avviare concretamente interventi per 245 milioni di euro, fondi bloccati da 4 anni. Siamo intervenuti, come Governo nazionale, su un settore che in Sicilia era fortemente indietro e a rischio di pesanti sanzioni da parte dell’Europa“. Ad annunciarlo è il sottosegretario Davide Faraone.

Le gare – prosegue Faraone – riguardano i primi interventi relativi ai comuni di Misterbianco, Palermo, Marsala e Carini. Gli interventi complessivamente valgono circa 245 milioni: 205 milioni per Misterbianco, 33 milioni per il collettore sud orientale di Palermo, 5 milioni per Marsala e 2,5 milioni per Carini. Per Marsala e Carini si tratta già dell’esecuzione delle opere, per Palermo del servizio di verifica del progetto, mentre sul sistema di Misterbianco i bandi riguardano le indagini e la progettazione definitiva ed esecutiva secondo quanto previsto dal nuovo codice degli appalti. Grazie a quest’ultimo intervento, il depuratore di Misterbianco tratterà acque reflue di 11 comuni della Provincia di Catania, sanando l’infrazione comunitaria per un bacino di 200.000 abitanti equivalenti“.

Ringrazio – conclude Faraone – il commissario straordinario Vania Contrafatto e la struttura commissariale che è già a lavoro su altri interventi. Ancora una volta il Governo nazionale dimostra la sua attenzione per la Sicilia e investe con i fatti sullo sviluppo economico e ambientale dell’Isola“.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA