Querelle

Crisi Amt, i sindacati: “Stanchi dello scarica barile. Prendetevi le responsabilità”

autobus amt
11 giu 2016 - 18:08

CATANIA - “Si è fatto il solito scarica barile senza concludere nulla”. Cgil, Cisl, Uil e Ugl parlano dell’incontro dello scorso giovedì in consiglio comunale per discutere della situazione Amt.

L’azienda partecipata, infatti, si trova in una profonda crisi, creando numerosi disservizi al’utenza e mettendo a rischio il posto di lavoro dei dipendenti.

“È stata un’occasione persa – commentano i sindacati -. Si è discusso di tutto e di nulla ed ha trionfato il solito scarica barile tra le parti. L’amministrazione comunale e l’azienda hanno puntato il dito contro il doppio taglio chilometrico. Per alcuni consiglieri la colpa è da attribuire alla Regione, per altri al Comune di Catania. Per altri ancora, invece, alla dirigenza, chiedendo le dimissioni del presidente del’Azienda Metropolitana Trasporti”.

E mentre il numero uno dell’Amt, Carlo Lungaro, dà le sue risposte alle critiche, la situazione non sembra cambiare di una virgola: la linea guida da seguire non c’è. Quindi, non resta che aspettare che qualcosa cambi e continuare ad andare avanti come si è fatto fino ad ora: tante parole e pochi fatti. L’unica cosa che sembra essere certa è che la Regione comincerà a pagare il proprio debito.

“Questo non basta e siamo stanchi del gioco a rimpiattino – incalzano i sindacati -. È giunto il momento che ognuno si prenda le proprie responsabilità”.

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA