Mafia

Corleone, il prefetto sospende sindaco e consiglieri comunali

corleone
17 ago 2016 - 18:59

CORLEONE - Il sindaco e i consiglieri sono stati sospesi dalle loro cariche.

La decisione giunge dal prefetto di Palermo, Antonella De Miro, e rappresenta la naturale conseguenza dello scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose dello scorso 10 agosto.

Questa mattina il viceprefetto Giovanna Termini, il viceprefetto aggiunto, Rosanna Mallemi e il funzionario economico finanziario Maria Cacciola si sono insediati in qualità di componenti della Commissione straordinaria che da oggi terrà le redini del carro.

Il provvedimento risale alla dichiarazione fatta a gennaio dal ministro degli Interni Angelino Alfano il quale rese noto l’accesso agli atti del Comune.

L’indagine riguardò l’assegnazione di alcuni appalti come quello relativo alla costruzione di un impianto polivalente nei pressi del campo sportivo, poi finito sotto la lente della Procura di Palermo e culminato nell’arresto di un dipendente comunale, Antonio Di Marco, considerato il nuovo capo mandamento.

L’uomo, custode del campo sportivo, intercettato dagli inquirenti avrebbe fatto riferimento – in uno dei tanti summit mafiosi tenuti all’interno della struttura – alla possibilità di fare “pressioni” per pilotare i lavori.

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA