Passaggi

Comune di Catania magmatico: altri gruppi all’orizzonte. Centrodestra serra le file

messinA
28 ago 2015 - 09:36

CATANIA - Arrivati ancora a metà legislatura il consiglio comunale etneo si conferma organo dalle geometrie variabili e particolarmente imprevedibile anche sul piano politico: spesso la maggioranza ha fatto l’opposizione, non mantenendo il numero legale o addirittura votando contro l’amministrazione.

Dalla composizione dei gruppi originari tutto è molto cambiato e molto ancora potrebbe cambiare. Sono nate nuove formazioni come Area Popolare, Sicilia Democratica e Catania Futura.

Diversi consiglieri sono passati – a seguito della rottura tra il compianto Lino Leanza e Luca Sammartino – da Articolo 4 a Sicilia Democratica e altri sono poi ritornati “all’ovile”.

Novità giungono dal fronte dell’opposizione che sta serrando le fila per la seconda parte di legislatura e rendere ancora più incisiva l’azione in consiglio.

All’orizzonte rumors insistenti danno la futura nascita di un nuovo gruppo di centrodestra, “capitanato” da Manlio Messina.

Infatti Area Popolare – che ormai identifica la fusione a freddo tra Udc e Ncd – è un nome che sta stretto al capogruppo. Le intenzioni sono quelle di creare un fronte più ampio slegato da partiti di riferimento ma da logiche di condivisione di obiettivi politici.

Quindi cambio del nome e allargamento del gruppo sono i punti nodali per riaggregare un fronte di centrodestra, particolarmente composito sia a livello regionale e nazionale, e condensare l’opposizione in consiglio.

A Manlio Messina, Carmelo Sgroi, Tuccio Tringale e Salvatore Tomarchio dovrebbero aggiungersi Carmelo Nicotra, Ludovico Balsamo e il “cavallo di ritorno” dopo il prestito a Sicilia Democratica Salvo Giuffrida.

Il nascente gruppo è stato visto più volte confabulare nei corridoi del Palazzo e la presentazione potrebbe essere imminente sulla base di un impegno civico, ormai molto in voga dopo la “fine” dei partiti specie all’interno del centrodestra.

Balsamo – presidente della commissione commercio – dopo Articolo 4 si trova attualmente a Misto, mentre Nicotra è in Sicilia Democratica. Il suo eventuale passaggio sancirebbe la fine del gruppo del partito fondato da Leanza in consiglio.

 

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento