Regione

Catania, il prefetto Romano rinuncia ad una possibile rinomina

Commissario-Romano-e-Liotta-1024x682 (2)
2 apr 2015 - 17:18

CATANIA – “L’ennesima proroga della gestione commissariale prevista nel disegno di legge all’esame dell’ARS per il definitivo assetto della città metropolitana non mi trova d’accordo sulla opportunità di prolungare ulteriormente l’impegno che ho ritenuto di offrire da ben 15 mesi per la gestione della ex Provincia regionale”. 

Queste le parole del prefetto Giuseppe Romano, commissario straordinario della provincia di Catania, con le quali ha voluto spiegare, al governatore Crocetta, le sue ragioni sul rifiuto di un’eventuale rinomina.

Il seme della discordia era stato piantato dallo stesso Crocetta. Un seme che è cresciuto dando vita all’ennesima bolla di sapone, all’ennesima sorpresa, ovvero una riforma delle Province mai avviata. Un altro duro colpo che il governo regionale deve quindi incassare.

La rabbia che ha causato il rifiuto di Romano è possibile leggerla anche nella parte conclusiva della lettera del prefetto al governo siciliano. 

Colgo l’occasione per inviarle, unitamente all’auspicio di proficuo lavoro nell’interesse di questa terra, alla quale sono profondamente legato, molti distinti saluti“.

Un interesse che, almeno fin’oggi, è stato manifestato dal governo solo tramite la solita “politica delle promesse”.

Commenti

commenti

Giuseppe Correnti



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento