Mobilità

Catania, pedonalizzare via Dusmet? Notarbartolo propone e D’Agata risponde

lungaro bianco e d'agata
A sinistra il presidente Amt Lungaro con il sindaco Bianco e l'assessore D'Agata
27 giu 2015 - 09:42

CATANIA - In Pulp Fiction, il capolavoro di Quentin Tarantino, c’è il personaggio del signor Wolf colui che “risolve problemi”. Con la stessa efficienza e tempestività l’assessore Saro D’Agata ha risposto al consigliere Niccolò Notarbartolo che ha proposto la pedonalizzazione di via Dusmet.

Il consigliere del Pd voleva portare in consiglio comunale l’idea, proveniente dall’architetto Annamaria Pace, di rendere pedonale un breve tratto di via Dusmet e sperimentare ulteriori interventi di micro-pedonalizzazioni nella città di Catania, 

“Chiederò alla Commissione Lavori pubblici - ha affermato il consigliere del Pd – di avviare un confronto in modo da valutare come intervenire per rendere concreta un’idea finalmente diversa di mobilità – prosegue Notarbartolo -. Sono convinto pure io infatti che basterebbero anche piccoli e semplici interventi per realizzare piste ciclabili, senza necessità di investire milioni di euro, o per chiudere al traffico piccole aree della città. Una città che sarebbe migliore per tutti: per i catanesi, per i bambini, per i tanti turisti che potrebbero godere delle nostre bellezze senza l’assedio delle auto”.

A stretto giro di posta la risposta dell’assessore D’Agata che ha affermato di stare già lavorando al progetto: “Ringrazio l’onorevole Giuseppe Berretta e il consigliere comunale Nicolò Notarbartolo per la segnalazione, ma conoscevamo già il progetto dell’architetto Annamaria Pace che ci era stato sollecitato dalle associazioni di ciclisti”.

“Come detto – ha spiegato D’Agata – abbiamo già avviato delle verifiche sulla fattibilità che, se saranno positive come pensiamo, ci porteranno a realizzare il progetto in tempi brevi. Ma vorrei ricordare come l’amministrazione stia lavorando alla micro pedonalizzazione anche di altre zone come la via Pacini e parte della piazza Federico di Svevia. Sono inoltre in cantiere anche diversi progetti simili”.

Poi la stoccata in merito ai rapporti burrascosi del duo Berretta – Notarbartolo con l’amministrazione comunale: “Invitiamo comunque associazioni e cittadini a collaborare con noi come fatto dalle associazioni dei ciclisti e da Berretta e Notarbartolo: chiunque avanzi proposte interessanti e non strumentali è meritevole di ricevere l’attenzione dell’amministrazione”. 

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento