Comune

Catania: nominati otto nuovi dirigenti comunali

CATANIA  Municipio
2 ago 2016 - 18:02

CATANIA - Dopo la nomina dello scorso 20 Luglio, del ragioniere generale Massimo Rosso, il Comune di Catania ha nominato altri otto nuovi dirigenti.

Si tratta di quattro nomine in area tecnica, tre in area generalista e una in area contabile

Per quanto riguarda l’area tecnica i nuovi dirigenti sono:

  • Ing. Biagio Bisignani, direttore Urbanistica e Gestione del Territorio e Decoro Urbano e, ad interim, dirigente del servizio di attuazione della pianificazione e concessioni edilizie
  • Ing. Fabio Finocchiaro, direttore del Servizio Manutenzioni, servizi cimiteriali e demolizione opere abusive
  • Dott.ssa Lara Riguccio, direttore del Servizio progettazione e lavori per il verde e tutela e gestione del Verde pubblico
  • Ing. Maurizio Trainiti, direttore del Patrimonio

Per l’area generalista:

  • Dott. Giuseppe Ferraro, direttore del Servizio amministrazione del Personale, relazioni sindacali e disciplina comparto della Direzione risorse umane
  • Avv. Anna Maria Rita Liuzzo, direttore Prima area della Direzione affari legali
  • Avv. Uccio Russo, direttore della Presidenza del Consiglio, vice segretario generale e rappresentanza legale dell’Ente in giudizio.

Infine, per quanto riguarda l’area contabile, la dott.ssa Clara Maria Letizia Leonardi sarà a capo del Servizio Bilancio, entrate e spesa, pubblicità e affissione della Ragioneria generale.

Si attende ancora la nomina per altri tre incarichi dirigenziali che permetteranno di raggiungere il numero di dodici autorizzati dalla Coslfel, la Commissione del Ministero dell’Interno.

Ma le nuove nomine, promosse con entusiasmo dal sindaco Enzo Bianco, che parla di “ossigeno a una macchina amministrativa in grande difficoltà“, non hanno mancato di suscitare qualche polemica. In particolare, il consigliere comunale Nuccio Lombardo, presidente della commissione comunale al Personale, pur non volendo mettere in discussione la professionalità e la preparazione degli otto nuovi dirigenti, ritiene che sarebbe stato “più opportuno privilegiare la professionalità delle unità interne a Palazzo degli Elefanti”. Secondo Lombardo, la scelta di nominare dirigenti esterni rischia di demotivare il personale comunale: “Parliamo di gente capace, in grado di rispondere alle richieste della città e ricoprire in modo assolutamente adeguato tutti questi ruoli messi in bando”. Inoltre, ricorda il consigliere, “scegliere tra i dipendenti comunali avrebbe comportato un costo minore per la collettività“.

Aurora Circià



© RIPRODUZIONE RISERVATA