Denuncia

Catania, Forza Italia: “Zona industriale è far west e Bianco fa inaugurazioni e fioriere”

sangiorgio
Luca Sangiorgio, Forza Italia
12 giu 2015 - 10:17

CATANIA – “La zona industriale di Catania è ad un passo dal collasso, un vero e proprio far west dove regnano degrado ed insicurezza con i cittadini e le aziende abbandonati a se stessi da Bianco e la sua amministrazione”.

Sono queste le parole di Luca Sangiorgio, vice coordinatore di Forza Italia Catania, che sulla drammatica situazione di questa zona della città ha raccolto numerose e disperate segnalazioni da parte di cittadini, commercianti ed imprenditori.

“Mentre il sindaco Bianco continua con la sua campagna mediatica tutta fiori e inaugurazioni la dura realtà vede Catania morire un pezzo alla volta – continua l’esponente di Forza Italia -. Dopo il centro storico strangolato dalla crisi economica e dalla microcriminalità ora è il turno della zona industriale di soccombere tra mancanza di servizi basilari, scarsa illuminazione delle pubbliche vie e discariche a cielo aperto, assenza di collegamenti adeguati al resto della città e recrudescenza della criminalità. Ed a subire tutto questo sono i cittadini e le aziende che sono costrette alla chiusura una dopo l’altra, con conseguenze mortifere per la già boccheggiante economia catanese”.

“La zona industriale di Catania – prosegue l’esponente forzista – ha immediata necessità di attenzione da parte delle istituzioni competenti e dell’amministrazione comunale che, invece, continua a disinteressarsene. Il tanto pubblicizzato, dalle veline di palazzo degli Elefanti, tavolo tecnico sui problemi della zona industriale annunciato un mese fa da Bianco che fine ha fatto? Ci risulta – prosegue Sangiorgio – essere stato rinviato per impegni del sindaco: ecco è proprio quello che non si deve fare, non si può più rinviare e non ci deve essere altra priorità”.

“Forza Italia chiede interventi immediati per salvare la zona industriale di Catania – conclude il vice coordinatore azzurro – come l’attivazione di un periodo di sgravi tributari per le aziende, una sorta di fiscalità di vantaggio per le imprese della zona e per chi deciderà di investirci economicamente, e la creazione di un comando distaccato dei carabinieri o della polizia per ripristinare la sicurezza del territorio”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento