Disabilità

Catania, Di Blasi denuncia: “Il lungomare non è liberato”

di blasi
13 apr 2015 - 19:21

CATANIA - Un lungomare liberato ma non per tutti. La denuncia arriva dal consigliere della seconda municipalità Marco Di Blasi che con una mozione chiede l’abbattimento delle barriere architettoniche nella zona del lungomare.

strisce

Infatti, a seguito di un sopralluogo, il consigliere ha evidenziato le difficoltà per la fruizione dei disabili di viale Ruggero di Lauria e viale Artale Aragona.

“Ho constatato - spiega Di Blasi - l’inaccessibilità del lungomare di Catania per un disabile”.

Dal sopralluogo sono emersi svariati punti critici tra cui la mancanza di idonee rampe per l’accesso ai marciapiedi, l’assenza di delimitazione delle aree da sottoporre a divieto di sosta in corrispondenza della rampa, l’assenza di rampe in corrispondenza delle strisce pedonali e la mancanza di bagni pubblici idonei all’accesso di persone disabili.

Così Di Blasi ha chiesto interventi urgenti al sindaco e all’assessore Angelo Villari per abbattere le criticità segnalate e poter consentire a tutti i cittadini di fruire del lungomare dando piena applicazione al Peba (il Piano di eliminazione delle barriere architettoniche) che impone ai Comuni di ogni città di pianificare interventi atti a garantire l’integrazione delle persone disabili. 

Commenti

commenti

Andrea Sessa



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Lascia un Commento