Denuncia

Candidato a consiglio comunale minacciato da due uomini

miceli
20 apr 2017 - 18:15

MELILLI - Una querela nei confronti di Massimo Magnano e Giuseppe Sorbello. A presentarla ai carabinieri è stato Santo Miceli, candidato al consiglio comunale di Melilli nella lista “Uniti per Cambiare”, il quale ha denunciato di essere stato avvicinato e aggredito in via Iblea.

“Ero a bordo della mia macchina – dice Miceli – quando all’improvviso si è posto davanti a me Magnano, che mi ha impedito di proseguire la marcia. Ha cominciato a urlare e minacciarmi. Poi si è avvicinato anche Giuseppe Sorbello, che ha scagliato un pugno sulla macchina e mi ha minacciato, cercando anche di entrare dentro l’auto”.

La scena sarebbe stata notata da due vigili urbani, che sono subito intervenuti, impedendo a Magnano e Sorbello di continuare l’aggressione. Alla base di ciò che è accaduto ci sarebbe una denuncia presentata da Miceli nei confronti di Magnano per presunte tangenti che quest’ultimo avrebbe incassato durante la sua attività politica, ma anche la scelta di Miceli di candidarsi in uno schieramento politico diverso da quello di Magnano e Sorbello.

“Magnano – racconta ancora Miceli – riusciva comunque a salire a bordo della mia macchina, invitandomi a recarmi al campo sportivo per regolare la questione, nonostante io cercassi in tutti i modi di farlo scendere. A quel punto ho deciso di dirigermi, con lui al fianco, alla stazione dei carabinieri dove, nonostante la presenza del pubblico ufficiale, continuava a insultarmi e minacciarmi”.

Poi la presentazione di querela formale per violenza privata e ingiurie. Miceli ha indicato, come testimoni, oltre ai due agenti di polizia municipale intervenuti in suo soccorso, anche una terza persona che avrebbe assistito alla scena. Le telecamere a circuito chiuso di un bar potrebbero aver ripreso quanto accaduto.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA