L'attacco

Blocco crescita del Pil, il Codacons: “Renzi dia meno alle banche e più alle famiglie”

Francesco Tanasi
2 set 2016 - 11:53

SICILIA - “I dati sul Pil diffusi oggi dall’Istat rappresentano una bastonata per il Governo italiano, che ha letteralmente steccato sulle previsioni relative al Pil, il cui incremento tendenziale era fissato all’1,2%“. 

È evidente – afferma Francesco Tanasi Segretario Nazionale Codacons – che l’Italia non riparte e che la crisi economica non ha affatto abbandonato il nostro paese. Nel secondo trimestre, infatti, il Pil è rimasto fermo rispetto al trimestre precedente, con una particolare sofferenza per l’industria (-0,6%)“.

È la conferma degli allarmi lanciati a più riprese dal Codacons: se i consumi non ripartono, le vendite restano al palo, i prezzi sono in deflazione e la fiducia di imprese e consumatori è in costante calo, il Pil non potrà crescere.

Il governo Renzi farebbe bene a pensare alle famiglie più che alle banche, perché solo attraverso misure di sostegno ai consumi e alla domanda interna sarà possibile uscire definitivamente da una crisi che continua a far sentire i suoi effetti sull’economia italiana“, conclude Tanasi.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA