Sport

Attaguile presidente del ‘Comitato Mafia e manifestazioni sportive’: “Stiamo lavorando per fare chiarezza”

Angelo Attaguile
23 gen 2017 - 17:02

CATANIA - Ancora fresca la nomina dell’onorevole Angelo Attaguile, presidente del comitato Mafia e manifestazioni sportive insieme con l’onorevole Marco Di Lello. 

“Con gli interessi economici e con i soldi che girano nel mondo dello sport - spiega Attaguile – l’infiltrazione mafiosa è inevitabile. La commissione deve vagliare tutti i casi di contaminazione mafiosa all’interno del panorama sportivo. Sono state avviate già diverse inchieste su scommesse, combine, partite truccate e vendita dei biglietti. Il Calcio Catania è già stato penalizzato con la retrazione di 6 punti. Ancora aperto il caso Pantani, di cui ci occuperemo ampiamente durante le indagini”.

La commissione ha prefissato una serie dI incontri: giovedì 26 gennaio alle ore 14,30 l’audizione di Daniele Poto, giornalista sportivo; martedì 7 febbraio alle ore 10,30 l’audizione del dr. Paolo Toso e di Monica Abbatecola, sostituti procuratori della Repubblica presso la direzione distrettuale antimafia di Torino; giovedì 9 febbraio alle ore 14,30 l’audizione del dr. Alessandro Sorrentino, sostituto procuratore della Repubblica presso la direzione distrettuale antimafia di Catania. Ancora da stabilire le audizioni con i vertici di FIGC e Lega.

“Stiamo lavorando per liberare lo sport dalla strumentalizzazione e per fare chiarezza. Come presidente della commissione mi auguro di contribuire a questa lotta, come cittadino italiano di poter andare a guardare una partita limpida, non truccata. È giusto che ogni amante dello sport ne abbia la possibilità. Insieme con i miei colleghi, e in particolare con l’onorevole Giancarlo Giorgetti, ho preparato un disegno di legge per dare ai tifosi maggiore trasparenza e collaborazione in un sistema che dovrebbe essere finalizzato solo a interessi sportivi”.

Commenti

commenti

Clelia Mulà



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento