Trasporti

Amt-sindacati, si sblocca la trattativa: si torna alla normalità

Amt
6 giu 2017 - 10:22

CATANIA - Dopo un lungo “tira e molla” è ripartita la trattativa tra l’Azienda metropolitana Trasporti di Catania, la proprietà e i sindacati.

Ieri pomeriggio le parti si sono incontrate al comune e hanno trovato un primo punto di incontro. Se tutto va bene, dovrebbe concludersi nei primi giorni della prossima settimana. Soddisfazione da parte dei sindacati autonomi Faisa Cisal e Fast Confsal, da mesi ormai, impegnati in prima linea, in una vertenza che pareva non potesse trovare sbocco. Finora, a pagarne le spese sono stati la città di Catania e i suoi cittadini che hanno dovuto fare i conti con un servizio di trasporto pubblico urbano fortemente condizionato e limitato da una miriade di scioperi effettuati da parte del personale, da manifestazioni di protesta e cortei per le via della città.

“Era ora, dobbiamo dare atto all’amministrazione comunale, grazie all’assessore Salvo Andò che con tanta buona volontà e grande senso civico si è speso sin dal primo momento affinché la crisi dell’Amt, potesse finalmente trovare soluzione tramite un percorso condiviso con le forze sociali, finalizzato al superamento dell’Ordine di Servizio n° 38 del 2016, da noi fortemente contestato e che ha creato tanto malessere fra i lavoratori dell’azienda e in particolare fra gli autisti. Nella riunione di ieri sono state tracciate le linee guida per la contrattazione di secondo livello che ha come punto cardine la produttività, finalizzata al perseguimento di una maggiore efficienza aziendale e al riconoscimento di un aumento salariale al personale, rilegato alla presenza giornaliera sul proprio posto di lavoro”, commentano Romualdo Moschella della Faisa Cisal e Giovanni Lo Schiavo della Fast Confsal.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA