Finanziamenti

Amt, boccata di ossigeno per l’azienda: in arrivo oltre 10 milioni di euro

Azienda Metrpolitana Trasporti Catania AMT
2 dic 2016 - 10:28

CATANIA - È una vittoria di tutti i lavoratori dipendenti della Partecipata del Comune di Catania, che sacrificando giornate dalla propria retribuzione per gli scioperi effettuati nei mesi scorsi, hanno creduto alle nostre battaglie“.

Commentano così, con soddisfazione, i sindacati autonomi FAISA/Cisal e FAST/Confsal la chiusura del contenzioso del doppio taglio relativo agli anni 2012, 2013, 2014 e 2015 con il riconoscimento dei debiti fuori bilancio di circa 8 milioni. di euro, e stanziati ulteriori 2,3 milioni per il 2016 e somme recupero taglio 6%.

Una boccata di ossigeno per l’Azienda Metropolitana Trasporti, vedrà rimpinguate le proprie casse per l’arrivo, complessivamente, di oltre 10 milioni di euro.

L’azienda, grazie anche all’arrivo dei nuovi autobus già in esercizio, e gli altri che arriveranno, può puntare ad un serio piano strategico di sviluppo che possa vedere protagonisti soprattutto i lavoratori.

I sindacati danno atto al nuovo management, con in testa il suo presidente Puccio La Rosa, per il lavoro svolto dall’insediamento, e l’impegno profuso all’ARS, dagli onorevoli Sammartino e Sudano e da tutti gli altri deputati che hanno votato a favore della manovra di assestamento del bilancio.

Dichiarano i rappresentanti dei sindacati Cisal e Fast, Romualdo Moschella e Giovanni Lo Schiavo: “Aspettiamo quanto prima di essere convocati dal presidente La Rosa per poter entrare nel merito dell’accordo quadro di secondo livello che possa portare benefici economici e normativi ai lavoratori, previo una maggiore produttività, in maniera tale da poter dimenticare finalmente l’ultima stagione di ‘esasperata conflittualità’ che ha visto la cittadinanza priva di un efficiente servizio pubblico di trasporto urbano“.

Anche il presidente dell’Amt La Rosa ha espresso soddisfazione per il riconoscimento da parte dell’Assemblea Regionale Siciliana delle richieste avanzate dall’azienda: “Sono state finalmente stanziate le risorse necessarie per superare l’ingiusto taglio di contributi subito negli anni 2012,2013, 2014 e 2015 da AMT, le somme per ottenere i pagamenti dei corrispettivi non versati all’Azienda nell’anno 2014 e l’importo necessario a recuperare i minori stanziamenti che erano stati previsti per il 2016. Il risultato è stato ottenuto grazie all’impegno dei deputati Luca Sammartino e Valeria Sudano e al sostegno dei gruppi di maggioranza all’ARS. Si tratta di un fatto importantissimo per il futuro dell’AMT. Grazie a quanti con il proprio impegno hanno sostenuto l’Azienda, i suoi Lavoratori e la Città di Catania“.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA