Viabilità

Amt: aumento degli autobus e maggiori controlli per chi non paga il biglietto

autobus amt
3 nov 2016 - 12:40

CATANIA - Negli ultimi giorni la viabilità catanese ha potuto assistere a un incremento del numero di autobus in città. L’azienda Metropolitana Trasporti, infatti, ha messo in strada circa 100 autobus al giorno. Un vero e proprio balzo in avanti rispetto ai soli 66 che hanno circolato durante il periodo estivo, anche se il reale obiettivo sarà quello di arrivare entro il prossimo 8 dicembre a 130 bus circolanti.

Inoltre, già da domani, venerdì 4 novembre, verranno aumentate le misure di controllo verso i furbetti che utilizzano il servizio senza pagare il biglietto. A svolgere questo compito saranno gli stessi dipendenti dell’azienda.

Il sindaco, Enzo Bianco, ha voluto precisare che, nonostante un periodo di difficoltà e di carenza di mezzi, grazie al servizio speciale per la commemorazione dei defunti, l’Amt ha ricominciato una corretta programmazione dell’attività. Per dimenticare i disservizi e i ritardi dei mesi scorsi, infatti, nel giro di poche settimane aumenteranno le corse già avviate, compresa quella del BRT, e ne verranno aggiunte altre, grazie alle nuove vetture.

Il presidente di Amt, Puccio La Rosa, ha aggiunto, inoltre, che un ruolo fondamentale l’ha avuto la nuova organizzazione dell’officina, grazie alla quale sono stati recuperati numerosi mezzi che hanno contribuito alla messa in strada di 100 autobus, ai quali ne verranno aggiunti altri 30; numero ideale per garantire un servizio adeguato ed efficiente.

Lo scopo ultimo è quello di favorire la mobilità sostenibile, decongestionare il traffico cittadino, incentivare l’uso del mezzo pubblico e recuperare il rapporto con i cittadini utenti. Per far ciò, l’azienda in collaborazione con l’amministrazione comunale potenzierà le linee esistenti, come il Brt e il Librino Express, e realizzerà nuovi percorsi per collegare diversi quartieri della città e incrementare la crescita economica e sociale del territorio.

Dopo essersi preoccupata di migliorare quantitativamente il servizio pubblico, la società cercherà di combattere l’evasione del pagamento del biglietto, necessario per usufruire dei mezzi. Infatti, pare che a Catania vi sia la brutta abitudine di non obliterare il biglietto o addirittura di salire a bordo senza. Questo, inevitabilmente, genera perdite per l’azienda e disagi per i cittadini vista la mancanza di introiti.

A tal proposito, l’attività programmata prevede l’impiego di 40 dipendenti della stessa azienda che saranno distribuiti in tre turni di mattina, di pomeriggio e di sera. L’operazione sicuramente vuole sensibilizzare l’utenza a migliorare i servizi offerti.

 

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA