Elezioni

Amministrative, domani il secondo turno: tutti i candidati dei comuni siciliani

Elezioni-comunali
18 giu 2016 - 09:05

SICILIA - Quel che è fatto è fatto. La campagna elettorale per questo secondo turno di amministrative è terminata. Oggi lunga giornata di silenzio elettorale prima delle votazioni di domani che sanciranno definitivamente i nuovi sindaci dei comuni siciliani impegnati. In totale sono nove: Alcamo, Caltagirone, Canicattì, FavaraGiarre, Lentini, Noto, Porto EmpedocleVittoria.

Nella provincia catanese si vota a Caltagirone, dove avverrà una sfida tra centrodestra-centrosinistra rappresentati rispettivamente da Gino Ioppolo e Francesco Pignataro, e a Giarre  dove protagonisti sono Angelo D’Anna e Tania Spitaleri, entrambi espressioni di liste civiche. riconducibili comunque a movimenti e correnti dei partiti.

Nella provincia ragusana si torna a votare a Vittoria, il comune siciliano più popolo coinvolto in questo turno elettorale.

Al ballottaggio sono andati Giovanni Moscato e Francesco Aiello: il primo è vicino a Fratelli d’Italia, mentre il secondo da anni esponente locale della sinistra. 

Nella provincia di Siracusa si vota i due comuni: a Lentini dove sarà sfida tra giovani. Il farmacista Saverio Bosco, sostenuto da una lista civica se la vedrà con l’avvocato Stefano Battiato anche lui sostenuto da un movimento civico. A Noto dove a contendersi la poltrona di primo cittadino saranno il candidato del Pd, Corrado Bonfanti  (sindaco uscente) e Corrado Figura, ex presidente del Consiglio comunale appoggiato da liste civiche. 

Nell’Agrigentino sono tre i comuni impegnati: Favara, dove sono in corsa per la poltrona di sindaco Anna Alba, del Movimento 5 stelle e Gabriella Bruccoleri del Partito democratico. Canicattì, dove è gara fra centrodestra e centrosinistra con Ettore Di Ventura sostenuto da Partito democratico e Ivan Paci del Nuovo Centro Destra.

Anche a Porto Empedocle sarà sfida tra Pd e M5s: a contendersi la poltrona di sindaco sono l’insegnante pentastellata, Ida Carmina e un dirigente delle Ferrovie dello stato, Orazio Guarraci del Pd.

L’ultimo comune coinvolto è quello di Alcamo, nel trapanese, dove sarà  è sfida fra Domenico Surdi appoggiato dal Movimento 5 stelle e Sebastiano Dara candidato sostenuto da liste civiche.

Santi Liggieri



© RIPRODUZIONE RISERVATA