Vertenza

Almaviva, sindaco Orlando: “Stiamo facendo il possibile”

proteste palermo cgil
27 apr 2016 - 18:24

PALERMO - Una vicenda che va avanti da troppo tempo, che ha messo in ginocchio più di 5 mila lavoratori: la questione Almaviva.

Tra “fiaccole” per sostenere i lavoratori, annunci online da parte dell’azienda e catastrofe sociale vicina, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, insieme con l’assessore alle attività produttive Giovanna Marano, ha voluto fare chiarezza sull’impegno dell’amministrazione comunale: “Come ribadito più volte nel corso di questa vicenda e in tutti gli incontri al ministero dello Sviluppo Economico, l’amministrazione comunale sta cercando di fare il possibile per la revoca dei licenziamenti e per la ricerca di una soluzione che non aggravi la condizione economica attuale delle lavoratrici e dei lavoratori di Almaviva”.

“Attendiamo l’esito della consultazione – ha continuato l’assessore Marano – a cui verrà sottoposta l’ipotesi di accordo pervenuta dall’incontro di ieri tra sindacati e azienda, ribadendo la necessità che si pervenga rapidamente ad interventi che proteggano un settore di cui Almaviva è il punto nevralgico della crisi in corso”.

“Sollecitiamo al Governo e al Parlamento il rafforzamento delle misure contro la delocalizzazione e contro l’affidamento delle commesse al massimo ribasso, per evitare una inaccettabile competizione che si risolve solo a danno dei lavoratori e della qualità dei servizi, per difendere quella che è ormai una specializzazione della città nei servizi di call center” hanno concluso.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA