Dichiarazioni

Aggressione vigile urbano in via Del Rotolo, la solidarietà dei sindacati

municipale
3 set 2017 - 19:02

CATANIA – In merito all’aggressione subita ieri sera a Catania in via Del Rotolo da un ispettore della polizia municipale, colpito in testa con un casco perché aveva impedito l’accesso a un motorino in una strada chiusa al traffico e ricoverato in prognosi riservata per trauma cranico nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Cannizzaro, si pronunciano le sigle sindacali.

Il segretario generale della Cgil di Catania Giacomo Rota e il segretario generale della Funzione Pubblica Cgil Sicilia Gaetano Agliozzo, esprimono solidarietà all’ispettore e condannano il gesto: “Condanniamo con forza il vile gesto ed esprimiamo la nostra solidarietà al lavoratore, in questo caso un ispettore della polizia municipale, impegnato nell’adempimento del proprio dovere mirato al rispetto della legalità e delle regole molto spesso disattese.”

“Siamo vicini all’agente di Polizia municipale aggredito ieri a Catania ed alla sua famiglia in queste ore di grande preoccupazione.” Lo dichiarano Giovanni Musumeci, segretario generale territoriale della Ugl catanese, ed il segretario provinciale della Ugl federazione nazionale autonomie Giuseppe Viglianesi, che aggiungono: “Speriamo che presto il vigile possa superare questa fase complicata e riprendersi. Ci chiediamo quale piega sta prendendo la nostra città, considerato l’incremento degli episodi di violenza nei confronti delle istituzioni, dei pubblici servizi e, in primo luogo, dei lavoratori che li rappresentano. Tutto ciò non è accettabile e siamo certi che la parte buona di questa comunità cittadina non abbia timore ad isolare i violenti ed i facinorosi. Chiediamo però, ancora una volta purtroppo, che l’apparato istituzionale locale si coalizzi affinché si possa individuare, in tempi rapidi, un percorso per la sensibilizzazione al rispetto sia delle persone, che delle cose, ma anche per individuare azioni forti di dura repressione nei confronti di chi non vuol seguire le regole. Prima che la deriva sociale diventi irrecuperabile.”

“Esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza all’ispettore Licari e condanniamo fermamente l’atto vile e insensato di cui è stato vittima. Auspichiamo che si possa fare presto chiarezza sull’episodio e i responsabili possano al più presto risponderne. Ribadiamo la necessità che sul controllo del territorio si realizzi un più stretto coordinamento tra le forze dell’ordine, per garantire il rispetto della legalità tanto per la sicurezza dei cittadini quanto per gli operatori del settore.” Queste le parole di Maurizio Attanasio, segretario generale della Cisl di Catania.

“Condanniamo la vile aggressione subita dall’ispettore di polizia municipale Licari al quale esprimiamo la nostra solidarietà e vicinanza. È l’ulteriore conferma dell’allarmante degrado che sta subendo il tessuto sociale catanese e che la Polizia locale, in tali condizioni, non può essere lasciata sola nel rappresentare la prima linea della legalità e della sicurezza.” Lo dichiara Armando Coco, segretario generale della Cisl Fp etnea che aggiunge: “La Polizia municipale catanese – prosegue – svolge ogni giorno, con grandi difficoltà, il proprio lavoro. In un momento di crescente tensione sociale chiediamo alle istituzioni di tutelare di più gli agenti locali che, in sinergia con le altre forze dell’ordine, garantiscono l’ordine e il rispetto delle regole del vivere civile.”

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA