Anniversario

Più informazione. Per tutti.

Tutti sul palco
1 set 2015 - 00:01

CATANIA - La mezzanotte è appena scoccata. E da meno di un minuto siamo già proiettati verso il nostro secondo anno di attività. Newsicilia.it non si è trasformato in zucca al battere del ventiquattresimo tocco d’orologio. Continua ad essere quella bella carrozza che, però, corre spedita come una formula uno. In questi primi 365 giorni di vita ha superato traguardi inattesi, gratificanti, incoraggianti. Ne sono testimoni l’affetto e la vicinanza di coloro che, ieri, hanno voluto stringersi a noi per manifestarci il loro apprezzamento.

Gli abiti della festa li abbiamo già riposti nell’armadio per tornare a proporci come operai dell’informazione: con umiltà e professionalità. Seguendo l’istinto innato e quello acquisito da decenni di professione ma mettendo sempre in primo piano il bisogno dei nostri lettori, dei cittadini, di coloro che ci stimolano quotidianamente con denunce, suggerimenti e inviti che siamo pronti a cogliere, verificare ed approfondire. Per poi proporli con la puntualità e la velocità che il web richiede.

Ecco, probabilmente, è questo che ci ha permesso di ottenere, nel primo anno di vita online, i consensi che registriamo. Non vogliamo assolutamente autocelebrarci. Desideriamo solo giustificare perché, invitando tutti all’appuntamento di ieri in cui abbiamo spento la prima candelina della nostra vita, abbiamo parlato di numeri milionari. Oltre un milione di visitatori unici; un milione e mezzo di visualizzazioni; quasi quattro milioni di pagine visitate; banner che possono vantare più di due milioni e mezzo di impression per alcuni brand. Sono cifre che ci entusiasmano e, al tempo stesso, ci caricano di responsabilità.

Ma gli stimoli più recenti nella memoria arrivano dalla serata di ieri. Dalla festa per il nostro primo anno di informazione servita sul web. Tanta accoglienza, tanto affetto, tanta riconoscenza. E, soprattutto, tanta gente: rappresentanti delle istituzioni, amici, colleghi, conoscenti, lettori. Tutti pronti ad incoraggiarci e invogliarci ad andare avanti in un momento così difficile per l’editoria; così complicato per l’informazione libera; così importante per la crescita sociale ed economica del territorio.

E noi vogliamo cogliere gli inviti e i consigli. Anzi, ve li chiediamo per poterci migliorare. Li pretendiamo per poter proporre più informazione. Per tutti. Per i lettori; per chi ci governa; per gli stessi giornalisti che lottano per il mantenimento occupazionale. Ne abbiamo parlato, nel corso della serata, dei problemi che attanagliano la categoria; abbiamo auspicato che qualcosa si sblocchi e che si abbia sempre più il pluralismo dell’informazione. È un invito agli editori, agli imprenditori in genere, alla società civile.

E, ripercorrendo la serata di ieri, non posso che ringraziare chi ci ha ospitato nella propria casa con la massima accoglienza: la proprietà del Parco commerciale “I Portali” con Lella e Nunzio Romeo in testa; con i Direttori Maurizio Ciancio e Debora Santos; con tutti gli operatori commerciali che hanno dimostrato interesse e consenso per la nostra iniziativa. Una menzione doverosa va anche a Tv Catania che con la diretta streaming ha amplificato i nostri messaggi permettendo a migliaia di persone di seguirci sul web.

Grazie ai colleghi con cui ho condiviso decine di anni di professione e che mi hanno voluto onorare della propria vicinanza: da Salvo la Rosa (che ha ricordato i tempi in cui, insieme, abbiamo vissuto il vero giornalismo a cominciare da quella fatidica notte del terremoto di Santa Lucia, del 13 dicembre 1990, quando ci siamo ritrovati a condurre una diretta sul terribile terremoto per oltre 24 ore) a Claudia Grassi ed Alessandro Sofia che hanno parlato del difficile momento che sta attraversando l’informazione locale. Da Eva Spampinato a Chiara Murabito, Sara Rossi, Giacomo Cagnes, Antonio Foti, Maurizio D’Arro, Alessandra Fassari. Sono davvero tanti e chiedo scusa, sin da adesso, se non ho potuto dare spazio a tutti. Anche in queste citazioni “a memoria”. Grazie all’amica e collega di sempre Flaminia Belfiore che, seppur lontana fisicamente, ha voluto inviarci un augurale e fiducioso messaggio in audio-video che è stato apprezzato da tutti.

Un sentito grazie anche a chi ha animato la serata con qualificati momenti di spettacolo: dalla band tutta al femminile delle Charlie’s Angels alla poetessa Maria Grazia Falsone; dai ballerini Gabriele e Chiara Reina alla ginnasta Fabiana Pappalardo.

I riconoscimenti ai “giornalisti in erba”, coloro che sono stati premiati per i loro elaborati scelti con il concorso “Diventa Giornalista” lanciato da Newsicilia.it, vogliono rappresentare una speranza in più affinché possa esserci, come detto, più giornalismo per tutti.

La prima candelina spenta ed il brindisi finale con tutti i presenti, completato con tanto di torta “a sorpresa” organizzata magnificamente dalla direzione del Parco commerciale “I Portali”, hanno chiuso un primo ciclo annuale. Ci hanno permesso di lanciare il nostro primo “arrivederci al prossimo anno”. E contiamo di esserci con più grinta ed entusiasmo, sospinti dai vostri incoraggiamenti.

Commenti

commenti

Sergio Regalbuto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 pensieri su “Più informazione. Per tutti.

  1. Antonino Mosca

    HALLO SERGIO HÓ SEQUITO LA SERATA BELLISSIMA .MUSICA É PRESENTAZIONE NON POTEVI FARE MEGLIO .SONO CONTENTO CON LA TUA CAPACITÁ TUTTE LE PERSONE CHE ERANO PRESENTE ,AL TUO INVITO ANNO PASSATO UNA SERATA DI GRANTE DIVERTMENTO. COSI TI DA LA FORZA DI CONTINUARE IL TUO LAVORO. SALUTI E BACI A TUTTI. HOLLAND.

Lascia un Commento