Maturità

I docenti scappano dagli esami: 140 le rinunce a Palermo

I docenti scappano dagli esami: 140 le rinunce a Palermo
20 giu 2017 - 11:44

PALERMO – Quest’anno anche i professori temono gli esami di maturità. Circa 140 docenti hanno deciso di rinunciare al ruolo di presidente di commissione e commissario esterno. Gli annunci di “Cercasi professori” sono l’unica possibilità affinché domani mattina tutte le 300 commissioni d’esame a Palermo abbiano un insegnante di lettere.

Come scritto da Repubblica.it, il provveditorato agli studi di Palermo è alla disperata ricerca di professori di inglese e italiano, che domani mattina dovrebbero essere in aula per aiutare i maturandi. 

Il problema persiste anche per i docenti di inglese. In numerosi indirizzi di studio, l’inglese è stata inserita come materia esterna ma sono in 32 gli insegnanti che hanno rinunciato.

Secondo alcune statistiche, sono circa il 12 per certo del totale gli insegnati che sono fuggiti dagli esami. Inoltre il compenso base per la maturità, è fermo a dieci anni fa: 1.082 euro lordi per il commissario esterno e 1.420 euro per il presidente di commissione.

Ma da chi saranno sostituiti tutti i professori rinunciatari? Privilegiati saranno i presidenti e commissari di italiano poiché la data della prova è più che vicina, che saranno sostituiti dai docenti di ruolo che non sono stati designati dal cervellone ministeriale. Tuttavia in caso di emergenza verranno nominati anche i precari e i laureati.

Commenti

commenti

Roberta Rapisarda



© RIPRODUZIONE RISERVATA