Irregolarità

“Concorsone” scuola: intervengono i carabinieri a Palermo ma il Miur smentisce

Carducci
28 apr 2016 - 11:32

PALERMO - Su Twitter impazza l’ashtag #concorsoscuola e con esso il tamtam di commenti e critiche degli utenti.

Da stamattina sono in corso le prove scritte, mentre sui social si segnalano ritardi e disservizi per i quali si sarebbe reso necessario l’intervento dei carabinieri.

A Roma e Palermo, si sarebbero registrate la mancanza dei commissari, dei verbali di insediamento della commissione e soprattutto, come da voci che circolavano da giorni, delle griglie di correzione delle prove scritte.

La smentita arriva puntuale da parte del Miur che commenta su Twitter: 

“Leggiamo notizie che parlano di caos e problemi. Smentiamo, #concorsoscuola partito regolarmente”. 

Puntuali anche i commenti degli utenti che, invece, affermano di essere testimoni di disagi reali e di vere e proprie sospensioni delle prove dovute a diverse irregolarità.

Intanto i sindacati hanno proclamato uno sciopero generale per il prossimo 23 maggio. A renderlo noto sono Cgil, Cisl, Uil e Snals che, da questa mattina, sono impegnati in una manifestazione a Montecitorio per protestare contro un un concorso “iniquo, farraginoso e non adeguato alle esigenze dei territori e dei docenti stessi”.

 

IN AGGIORNAMENTO

Marco Bua



© RIPRODUZIONE RISERVATA