Protesta

Caos GaE, docenti dell’infanzia in strada contro i sindacati

GaE
14 ott 2016 - 17:12

CATANIA - Prosegue senza sosta la protesta da parte dei docenti dell’infanzia per quanto riguarda la cosiddetta GaE (Graduatoria ad Esaurimento) che avrebbe dovuto garantire l’immissione in ruolo dei docenti per l’anno scolastico 2016/2017, soprattutto di quelli dell’infanzia penalizzati nel piano straordinario 2015.

La realtà, però, è ben diversa dalle aspettative. È stato questo il motivo principale che ha spinto tante docenti a scendere in strada davanti alla sede della Cgil, in via Novara, come protesta simbolica verso i sindacati rappresentativi.

“Ci hanno volutamente messe da parte! – afferma una docente presente alla manifestazione -. Con il Cir, ovvero un contratto firmato e siglato dai sindacati rappresentativi Cgil, Cisl e Uil, hanno permesso a nostre colleghe, che erano state mandate fuori dalla Sicilia, di ritornare con le assegnazioni provvisorie e riprendersi dei posti in deroga che ogni anno ricoprivamo noi. Di fatto ci hanno tolto il lavoro”.

“Noi siamo qui per manifestare e farci sentire - ha continuato -. Ovviamente siamo insegnanti, educatrici e, prima di tutto, madri di famiglia quindi non vogliamo utilizzare le maniere forti ma vogliamo essere ascoltate e tutelate a tutti i costi”.

“Noi – ha sottolineato – chiediamo che, come hanno dato la possibilità alle colleghe cosiddette ‘deportate’ fuori dalla Sicilia di ritornare a casa nonostante avessero già un ruolo ed uno stipendio mensile, anche noi vogliamo ricevere la possibilità di diventare di ruolo dopo anni ed anni passati nel limbo del precariato“.

Un ironico gadget dei docenti dell'infanzia

Un ironico gadget dei docenti dell’infanzia

“Adesso non può toccare più a noi ma devono essere i sindacati a trovare un accordo che possa far fronte alle nostre esigenze perché, come tante altre madri di famiglia, necessitiamo di un sostentamento per mandare avanti le nostre famiglie” ha concluso la docente.

La FLC CGIL Catania ha incontrato una delegazione del Comitato GAE Infanzia, per discutere del precariato nella scuola dell’infanzia, decidendo di intraprendere un percorso condiviso per il raggiungimento di obiettivi non più rinviabili. 

Erano presenti per la FLC CGIL Catania, il segretario provinciale Michele Vivaldi, in rappresentanza del segretario generale Antonella Distefano, e per il comitato GAE, Tiziana Bellia, Giusi Indelicato, Giusi Rizzotti, Venera Mendolia, Onia Nicolosi, Rita Leonardo.

Le lavoratrici della scuola dell’infanzia vivono sulla loro pelle un’emergenza occupazionale che non può passare in secondo piano” ha commentato Michele Vivaldi.

Carlo Marino



© RIPRODUZIONE RISERVATA