Formazione

Attuata delibera per l’apprendistato, Marziano: “Integrazione tra scuola e lavoro”

Bruno Marziano
17 giu 2016 - 18:04

PALERMO - La giunta regionale ha dato il via libera alla delibera atta a fissare le norme per gli standard formativi ed i criteri generali predisposti a regolare i percorsi di apprendistato.

Questa delibera, firmata Marziano e Miccichè, ha recepito al suo interno il decreto ministeriale che era stato costituito per definire dettagliatamente la definizione sugli standard formativi essenziali dell’apprendistato.

“In questo modo la Sicilia si mette al pari con le altre regioni – dice l’assessore Bruno Marziano – e fissa regole per l’apprendistato di primo, secondo e terzo livello che fanno diventare questa modalità di accesso al lavoro una vera e proprio pezzo del sistema scolastico ordinamentale”.

“Con questa delibera – spiega Marziano – si definiscono gli standard formativi per il diploma professionale, il diploma di istruzione superiore ed il certificato di specializzazione tecnica superiore, oltre ai criteri per l’apprendistato di alta formazione e ricerca e quelli per l’apprendistato per le professioni ordinistiche”.

“L’apprendistato – continua Marziano – rappresenta una formula contrattuale di particolare interesse proprio perché incentiva il passaggio scuola-lavoro e diventa un fattore propulsivo per contrastare dispersione scolastica e disoccupazione giovanile ottimizzando le competenze dei giovani e favorendone un più facile inserimento nel mondo del lavoro”.

“Un percorso importante  che secondo le linee della legge 107 del 2015, cosiddetta buona scuola, che inserisce l’alternanza scuola lavoro nei percorsi del secondo ciclo di istruzione, si può considerare una forma di integrazione tra scuola e lavoro. È un atto importante – conclude Bruno Marziano – che molti dirigenti scolastici aspettavano”.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA