Nettezza urbana
 

Via Villa Flaminia: una discarica a cielo aperto in cui "montagne di rifiuti pericolosi rischiano di essere bruciati"

1 dic 2015 - 13:29

MISTERBIANCO - La via Villa Flaminia di Misterbianco, nonostante le ripetute segnalazioni da parte di consiglieri e semplici cittadini, rimane una discarica a cielo aperto.

La situazione, a cui già un mese fa il vice presidente della circoscrizione “Cibali – Trappeto Nord – San Giovanni Galermo” Giuseppe Zingale aveva cercato di porre rimedio, non accenna a trovare soluzione. Intanto sulla via Villa Flaminia non soltanto i rifiuti sembrano moltiplicarsi, ma oltretutto si registra spesso la presenza di vere e proprie squadre criminali che sulla strada scaricano immondizia di ogni genere.

Giuseppe Zingale ha infatti affermato: “Oltre un mese è passato dalla mia ultima segnalazione ma la situazione in via Villa Flaminia resta immutata. La via, divisa tra le amministrazioni di Catania e Misterbianco, ancora una volta non sembra interessare a nessuno e la conseguenza è che squadre di criminali e decine di incivili continuano a scaricare materiali di ogni tipo. Segnalazioni, petizioni, conferenze dei servizi non sono serviti assolutamente a nulla. Solo l’amministrazione catanese ha provveduto, negli anni passati, a proteggere la sua parte di via Villa Flaminia con blocchi di cemento che impediscono, o quantomeno rendono più difficoltoso, l’abbandono di tonnellate di materiale pericoloso. L’amministrazione misterbianchese, invece, non ha mosso un dito per risolvere la situazione ed ora i risultati sono sotto gli occhi dei tutti.

Giuseppe Zingale, esasperato al pari di chi vive e lavora nei pressi di via Villa Flaminia, ha chiesto quindi al sindaco di Catania, Enzo Bianco, di organizzare quanto prima una conferenza dei servizi che coinvolga anche l’amministrazione di Misterbianco e conduca finalmente alla bonifica della zona. Il consigliere però sembra non credere molto alla possibilità che via Villa Flaminia possa finalmente sottrarsi allo stato di degrado in cui è caduta: “Qui, in passato, sono state abbandonate perfino carcasse di cavalli e solo la presenza continua delle forze dell’ordine pronte a multare i delinquenti, un sistema di videosorveglianza che riprenda chi scarica nella strada materiali pericolosi e muri di protezione nel lato misterbianchese può servire a risanare questo scempio. San Giovanni Galermo non vuole rassegnarsi a questo degrado ma le istituzioni politiche e la polizia municipale di entrambe le amministrazioni devono fare la loro parte altrimenti questo problema, che riguarda pure la vicina via Vigne Nuove, non verrà mai risolto“. Il problema della gestione rifiuti sembra quindi lontano dal trovare una soluzione e destinato semmai ad interessare anche le zone limitrofe a via Villa Flaminia.

Valentina Idonea