Arte
 

"The best is yet to come", mostra del catanese Sorrentino a Milano

9 mag 2016 - 17:01

CATANIA - “The best is yet to come”: ecco il titolo della breve ma intensa mostra dell’artista catanese Antonio Sorrentino, in italiano “Il meglio deve ancora venire”, in programma a Milano dal 15 al 21 maggio nelle sale della galleria dell’Institut Français di corso Magenta.

Si tratta di un’esposizione originale progettata dallo stesso artista qualche mese prima della sua scomparsa, avvenuta prematuramente nel 2012. A tre anni di distanza da quella brusca interruzione, prende corpo a Milano l’ultima coraggiosa e ironica riflessione di Antonio Sorrentino sulla morte e sulla sopravvivenza.

In mostra una raccolta di opere, dipinti e installazioni realizzate nel corso degli anni e selezionate dall’autore, accomunate dal gusto per l’ironia utilizzata come registro: un modo lieve di affrontare temi impegnativi, controversi, di frequente stereotipati e omologati.

Sorrentino cambia linguaggio e modifica un contesto per affrontare in maniera non convenzionale i grandi temi: l’ovvio, le icone, i codici, il quotidiano, ovvero la fede, Dio, ikea, le carte da gioco.

Una critica “da brividi” quella del giornalista e storico Ferruccio Giromini che introduce alla mostra, facendo proprie le considerazioni di Sorrentino: “Guardatevi intorno, sembra suggerire, o voi mortali che vivete immersi nel mondo delle Ikee e lo credete, a giusto titolo, un mondo ikeale. Ma davvero è tutto qui, gente? Vi crogiolate in peluche fasulli e non capite di agitarvi vacui sotto un cielo che vi schiaccia, circondati da una corte dei miracoli che altro non è che una giostra di dubbi prodigi, eseguiti con prestidigitazione ambigua da giocolieri senza volto, sulle cui fattezze sono calati pesanti i passamontagna degli oscurantismi. Così ci lascia senza fiato”.

La mostra “The best is yet to come”, realizzata con la collaborazione di Angela D’Amelio (Art Gallery), verrà inaugura domenica 15 maggio alle 11,30, mentre un secondo evento è in programma martedì 17. L’ingresso sarà gratuito, sono invece diversi gli orari per partecipare alla mostra: mercoledì e giovedì dalle 15 ale 19, venerdì dalle 15 ale 20, sabato dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 17 alle 20.

Redazione NewSicilia