#AnticrimineOggi
 

Succede a Siracusa e provincia: 1 gennaio MATTINA

Commenti

commenti

1 gen 2017 - 13:06

SIRACUSA - Carabinieri: i fatti di cronaca più importanti di questa mattina a Siracusa e provincia.

  • Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Siracusa hanno tratto in arresto Enrico De Angelis, 23 anni. L’uomo, che si aggirava con fare sospetto nella zona di via Carratore del centro abitato di Siracusa, è stato sottoposto a controllo dai militari del Nucleo Investigativo e della Radiomobile della Compagnia di Siracusa, insospettiti da una serie di fugaci incontri avuti dall’uomo con altri giovani che lo avvicinavano per brevi momenti. A seguito di perquisizione, i Carabinieri hanno trovato ben 14 involucri di stupefacente del tipo cocaina, per un peso di circa 4 grammi, il tutto abilmente occultato tra i vestiti indossati dal De Angelis. Tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio dello stupefacente, l’uomo è stato posto arresti domiciliari presso la sua abitazione di Siracusa così come disposto dall’autorità giudiziaria aretusea.
Enrico De Angelis, 23 anni

Enrico De Angelis, 23 anni

  • Nel corso della notte del 31 dicembre i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia di Noto hanno arrestato per rissa, porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere e resistenza a pubblico ufficiale Jamal Soudassi, cittadino marocchino di 28 anni, Youssef Soudassi, cittadino marocchino di 21, e Nassim Ben Othmene, cittadino tunisino di 28 anni (in basso da sinistra a destra), tutti già noti alle forze dell’ordine, da anni stabilmente domiciliati ad Avola. Era circa l’una quando diverse chiamate al numero di emergenza 112 hanno segnalato una violenta lite in strada tra tre giovani ragazzi, i quali, dopo essersi colpiti con dei bastoni, sono saliti a bordo di una autovettura continuando a litigare violentemente. Arrivati i militari, il conducente della vettura ha tentato la fuga. Bloccati dopo un breve inseguimento per le vie del paese, i tre giovani hanno continuato a discutere tra di loro anche alla presenza dei carabinieri che, con non poca difficoltà, anche con l’ausilio di personale della Stazione di Avola e del locale Commissariato di P.S., hanno riportato la situazione alla calma. Nel corso della perquisizione sono stati trovati un coltello a serramanico riposto nel portaoggetti della portiera lato guidatore, un’ascia occultata sotto il sedile del passeggero, una sciabola con lama affilata di un metro di lunghezza riposta sui sedili posteriori ed una spranga in ferro nel bagagliaio, il tutto sottoposto a sequestro. Inoltre il veicolo, di proprietà di uno dei tre arrestati, presentava la targa occultata con uno straccio verosimilmente al fine di eludere eventuali controlli da parte delle forze dell’ordine.

jamal-soudassi-28-anniyoussef-soudassi-21-anninassim-ben-othmene-28-anni

  • A Rosolini, i Carabinieri della Stazione di Rosolini hanno tratto in arresto in flagranza del reato di evasione Michele Emmolo, 25 anni già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia ed attualmente sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in quanto tratto in arresto in flagranza di reato di furto aggravato per aver rubato un’autovettura nel comune di Modica.
Michele Emmolo, 25 anni

Michele Emmolo, 25 anni

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



Lascia un Commento