Degrado
 

Spazzatura e sporcizia tra viale Kennedy e San Giuseppe La Rena, Sofia: "Servono più controlli"

19 ago 2016 - 17:37

CATANIA - Una discarica a cielo aperto fatta di spazzatura, vecchi mobili e copertoni sparsi sulla strada che unisce il viale Kennedy a San Giuseppe La Rena. Il tutto a pochi passi dai lidi della Plaja, centro turistico e di ristoro nelle giornate catanesi più calde.

Un continuo scarico di rifiuti dovuto sia all’azione criminale che all’inciviltà di migliaia di automobilisti che, prima di andare a mare, lanciano la cartaccia o il sacchetto dall’auto in corsa.

“Per queste ragioni a breve – annuncia il presidente della commissione comunale Carmelo Sofia – chiederò al primo cittadino di Catania un tavolo tecnico con il preciso scopo di ottenere un potenziamento dei controlli in una strada che oggi è solo una immensa pattumiera”.

In questo scempio l’amministrazione comunale sta intervenendo continuamente con una forte azione di monitoraggio nella vasta area che va da via Domenico Tempio fino al viale Kennedy e, nel frattempo, le forze dell’ordine pattugliano la zona per assicurare un migliore flusso veicolare e maggiore sicurezza.

“Accorgimenti – continua Carmelo Sofia – che rischiano di annullarsi di fronte ad uno scenario tanto degradante in un sito visitato anche da turisti stranieri che si portano a casa questo pessimo biglietto da visita della città”.

La strada si trova proprio di fronte a via San Francesco La Rena, ormai simbolo di civiltà e riqualificazione in quella zona. La strada, infatti, arteria dell’omonimo quartiere, dopo anni di lotte e sforzi dell’amministrazione, dei comitati cittadini e delle associazioni del territorio, oggi, è quasi completamente pulita. Insomma, l’opposto di ciò che è ora la strada in questione.

Clelia Mulà