Viabilità
 

Sicurezza stradale, occorre prevenzione. Consigliere Buceti: "La legge non basta"

via ballo

4 mar 2016 - 11:05

CATANIA - La sicurezza stradale non passa solo per la legge.

Da pochi giorni è stata approvata dal Senato la normativa che prevede l’inasprimento delle pene per chi uccide in stato di ebbrezza e per chi commette gravi violazioni al codice della strada. Ma questa da sola non può bastare a garantire la sicurezza stradale se non viene accompagnata dalla prevenzione.

Buche, segnaletica verticale e orizzontale assente o poco chiara sono alcuni degli elementi di maggior rischio. Specialmente in Sicilia e in una città come Catania, che registra la media di 2/3 morti al mese per incidenti stradali.

Su questa analisi, è intervenuto anche il consigliere della IV circoscrizione Erio Buceti, molto soddisfatto per l’approvazione della legge. Ma, anche lui, sottolinea l’importanza di compiere delle opere di manutenzione sulle strade cittadine: “Nei quartieri di nostra competenza, Cibali, San Nullo e San Giovanni Galermo è mancata una seria programmazione di opere strutturali legate alla mobilità. E il risultato è sotto l’occhio di tutti con incidenti che si verificano spesso in queste zone. Fino ad oggi ho raccolto segnalazioni di molti cittadini che chiedono chiarimenti sui tempi di messa in sicurezza di via Don Minzoni, via Galermo, viale Tirreno, via Giuseppe Ballo, via Merlino e via Sebastiano Catania”.

Ovviamente, non basta solo questo: prudenza e buon senso di chi sta alla guida sono dei requisiti fondamentali per evitare gli incidenti.

Andrea Lo Giudice