Disposizioni
 

Sicurezza aeroporto, non si entra senza carta d'imbarco ed è caos: code interminabili a Fontanarossa

23 mar 2016 - 13:00

CATANIA – Massima allerta dopo i terribili attentati di Bruxelles con controlli intensificati in tutte le zone sensibili: porto, stazione e aeroporto. Anche se la situazione è destinata a cambiare nel pomeriggio, specialmente nello scalo di Fontanarossa.

Dopo aver rafforzato le misure di sicurezza su disposizione del prefetto Maria Guia Federico, all’ingresso del Vincenzo Bellini si sono create code interminabili. Tuttavia, tempi di imbarco e modalità di ingresso all’interno dell’edificio dovrebbero tornare regolari: “Degli aggiornamenti e nuove disposizioni verranno comunicate dopo l’incontro del Comitato Sicurezza Aeroportuale previsto per le 12, ma la situazione dovrebbe tornare alla normalità. Dipende dalle decisioni che verranno prese dal Viminale e dalle forze dell’ordine”, spiegano dall’ufficio stampa della SAC.

L’aeroporto è sicuramente uno dei punti più sensibili della città, dove tra ieri e oggi sono stati effettuati controlli meticolosi su tutti i passeggeri, adottando delle misure precauzionali anche all’esterno dell’edificio.

Come per tutti gli aeroporti siciliani, i viaggiatori si sono dovuti presentare almeno due ore prima della partenza, mentre non è stato consentito l’accesso a nessun accompagnatore. In breve: l’ingresso nella stazione aeroportuale è stato consentita solo a chi fosse munito di biglietto.

Per quanto riguarda la partenza e l’arrivo dei voli, non c’è stata nessuna anomalia, fatta eccezione per le tratte da e per il Belgio, che sono state cancellate.

Su quest’ultimo punto, la SAC spiega: “Per questo sabato era previsto il primo volo diretto per Bruxelles, ma non sappiamo se verrà effettuato. Attendiamo notizie dal Belgio. Per qualunque cosa, i passeggeri dovranno fare riferimento alla compagnia aerea. Così come anche per le altre tratte”.

Andrea Lo Giudice