Emergenza
 

La Sicilia flagellata dal maltempo. Situazioni critiche a Palermo e Messina

15 ott 2015 - 10:30

SICILIA - La Sicilia è flagellata dal maltempo e diversi sono i disagi vissuti dai cittadini per la grande quantità di pioggia che si è riversata sull’isola, preannunziata ieri sera da un’allerta rossa della Protezione Civile.

PALERMO. Sul capoluogo un forte temporale, a partire dalle 4 di stamattina, ha fatto allagare vie e sottopassi con diverse auto rimaste impantanate nella zona di viale Regione Siciliana.

Traffico bloccato nel sottopasso Einstein e quello in via Messina Montagne, dove è stato necessario l’intervento dei pompieri per soccorrere degli automobilisti in difficoltà. Chiuso anche lo svincolo per Ciaculli.

Nel reparto di oncologia del Policlino di Palermo, a causa delle infiltrazioni, sono caduti gli intonaci del controsoffitto danneggiando alcuni computer e apparecchi ma non facendo registrare alcun ferito.

A causa del forte vento, sono venuti giù alberi e cartelloni pubblicitari. Allagamenti sono stati segnalati nella zona di via Cipressi e in corso Calatafimi.

Inoltre nella notte si sono verificate alcune frane nella zona di Monreale.

AGRIGENTO. Anche nell’agrigentino diversi gli alberi che si sono abbattuti sulle strade lungo la Agrigento-Palermo e continuano tutt’ora forti raffiche di vento molto forti. 

Ieri sera, in via precauzionale, i sindaci di Agrigento, Sciacca, Raffadali, Grotte, Racalmuto, Aragona, Favara e Canicattì hanno firmato le ordinanze per stabilire la chiusura di tutte le scuole.

MESSINA. Nella provincia peloritana si registrano numerosi allagamenti nei garage e nelle cantine e i sindaci, ieri sera, hanno disposto la chiusura delle scuole. Parimenti sospesa l’attività didattica anche all’Università, comprese le sedi decentrate, confermate solo le sessioni di laurea.

 CATANIA.  Anche nell’area etnea molti sindaci hanno disposto la chiusura delle scuole. Al momento diverse richieste d’intervento da parte dei vigili del fuoco si registrano a Paternò e ad Adrano dove una persona è rimasta bloccata all’interno della propria auto in un’area di servizio.

Mentre nel capoluogo al momento non si registrano particolari criticità tranne un para tetto crollato in via Napoli, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco.

Ma anche in provincia di Caltanissetta ci sono stati problemi: un treno delle ferrovie dello Stato in servizio sulla tratta Palermo-Catania, nei pressi di Villafiorito è uscito dai binari per l’esondazione di un torrente che ha causato uno smottamento.

Il convoglio, che non è deragliato ma ha subìto uno “svio”, si è fermato rimanendo stabile. Due persone, il macchinista e una viaggiatrice, sono rimasti lievemente contusi. Sul posto i soccorsi delle ferrovie dello stato, oltre a polizia e carabinieri.

Andrea Sessa