Agrumi
 

Sicilia all'Expo: boom di presenze per le veline originali del '900

19 ott 2015 - 16:32

CATANIA - Fra le tante curiosità presentate dal Distretto Agrumi di Sicilia ad Expo Milano, c’è anche una collezione storica di veline originali del ’900, usate per incartare arance e limoni destinate ai mercati esteri.

Un’esperienza sensoriale a 360° dove i visitatori, fino al 22 ottobre allo Spazio Convivio 2, potranno osservare una vera “chicca” per appassionati di storia, arte e tradizioni. 

La ricchissima collezione, protetta da polvere e umidità e collezionata in un grande album, è stata raccolta negli anni dal prof. Antonino Càtara, docente della facoltà di Agraria dell’Università di Catania, insieme ad altri appassionati e addetti ai lavori.

Raccolta che porta già grandi risultati: curiosità alle stelle infatti per le migliaia di visitatori all’esposizione universale, che negli ultimi dieci giorni sta registrando il picco di presenze.

In particolare designer e artisti sono interessati a questa collezione, in quanto marchi, caratteri tipografici, linguaggio e grafica sono specchio dei tempi (notevoli quelli del primo novecento con i tratti Liberty) e testimoniano il miglioramento del linguaggio comunicativo lungo tutto il secolo breve.

Mirate con maggior interesse le veline di carattere cirillico destinate al mercato russo, ma anche quelle destinate a Germania, Stati Uniti e Scandinavia. 

Inoltre, fino a giovedì 22 il programma del Distretto Agrumi di Sicilia è scandito mediante appuntamenti ciclici (Colazione siciliana, Merenda della nonna e Aperitivo made in Sicily) e altri a tema (Food, Energia, Ricerca, Editoria, Viaggi e Gioco).

Redazione NewSicilia