Percorsi Sonori
 

Si chiude il sipario al Castello Normanno sulle note dei Four to four Ensemble

Si chiude il sipario al Castello Normanno sulle note dei Four to four Ensemble

31 dic 2016 - 20:22

ADRANO - Si è conclusa tra gli applausi del pubblico la seconda edizione della rassegna “Percorsi Sonori”, l’evento musicale organizzato dall’associazione culturale La Locomotiva che ha trovato nel direttore del museo regionale Nello Caruso, l’interlocutore ideale per la realizzazione di evento di alto livello socio-culturale.

Il Castello Normanno di Adrano ha accolto al suo interno le istanze e le esigenze culturali di una città che ha voglia di riscattarsi, di muoversi, di vivere.

La centralità della fortezza nel tessuto cittadino e nel cuore di ogni cittadino, ha arricchito un’iniziativa dal valore intrinseco già elevatissimo.

Ma Percorsi Sonori non è soltanto una rassegna musicale; è identità, è impulso, è presenza. Quella che ciascuno sente di dover garantire quando il cambiamento è nell’aria.

Percorsi Sonori è cambiamento, punto di rottura, rinascita.

Se è vero che i bilanci si tracciano alla fine del percorso, quello appena concluso non può che raccogliere plausi e consensi incondizionati. E, se è altrettanto vero che i buoni propositi si “ordiscono” alle porte di un nuovo inizio, non poteva esserci modo migliore per proiettarsi al nuovo anno.

Due violini duettano sulle note delicate di un piano, cadenzate dal suono allegro di uno xilofono.

Tra i reperti del museo risuona il sound dei Four to four Ensemble, quartetto composto da due violini (Antonella De Salvo e Orazio Spoto) un pianoforte (Maria Teresa Zammataro) xilofono, triangolo e percussioni (Simone Puglisi).

Si abbassano le luci e il castello sembra prendere vita mentre tutt’intorno si rincorrono le sonorità vibranti dei violini che danzano egregiamente nelle sale della fortezza.

Passione per la musica e stretto legame di amicizia unisce i membri del quartetto Four to four Ensemble. In ogni incontro c’è un inizio. Il loro parte dagli studi intrapresi all’Istituto musicale Vincenzo Bellini di Catania.

Nel 2013 Antonella e Maria Teresa iniziano a suonare insieme e successivamente il duo cresce con l’aggiunta di Simone e Orazio. Con arrangiamenti propri, il quartetto propone famose ed emozionanti colonne sonore che hanno segnato la storia del cinema Italiano e non solo.

Una rassegna pensata, voluta e orchestrata con la minuzia e la perizia di chi vuol fare le cose per bene. I componenti dell’associazione culturale La Locomotiva hanno  curato tutte le fasi organizzative assumendo ruoli e sviluppando competenze diversissimi tra loro. Dall’accoglienza alle visite guidate, dal service alle luci, dagli allestimenti alle fotografie. Un’organizzazione che può contare sulla coesione di un gruppo che ha voglia di fare e sa come farlo.

“Siamo felicissimi della risposta della comunità adranita – ha commentato Vanessa Aiosa de La Locomotiva -. Ancora una volta i cittadini hanno condiviso con noi il principale obiettivo delle nostre iniziative: rivivere grazie alla musica e all’arte i luoghi simbolo della nostra città, ricchi di storia e custodi della nostra identità, attivando processi di rigenerazione urbana e legami di comunità. Iniziative come queste - prosegue - mostrano come l’apertura delle istituzioni al contributo delle forze attive e creative della società civile possa creare scintille positive e far immaginare nuovi ‘Percorsi’ per lo sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio. Questo è il pensiero che ha ispirato l’organizzazione della rassegna, da parte nostra e del direttore Nello Caruso. Poter realizzare l’iniziativa all’interno del Museo di Adrano – conclude – è stata per noi un’importante e prestigiosa occasione di crescita, nonché motivo di orgoglio, pertanto speriamo che questo sia l’inizio di una duratura e proficua collaborazione”.

Percorsi Sonori, è stata, inoltre, un’occasione per conoscere e far conoscere la storia del Castello Normanno, visitarne le sale e gli ambienti, ammirare i reperti contenuti al suo interno grazie anche agli itinerari guidati curati da Valentina Del Campo, Mariangela Librizzi e Susanna Puleo che, in maniera assolutamente volontaria, hanno accompagnato gli ospiti nel corso delle serate illustrando egregiamente la storia del castello.

Susanna ce ne racconta un frammento…

NewSicilia, media partner dell’evento, ha seguito da vicino le tappe della rassegna dando voce ai protagonisti con interviste e contenuti esclusivi.

Si ringraziano: il direttore del museo regionale Nello Caruso, L’associazione culturale La Locomotiva, Vanessa Aiosa, Giuseppe Liotta, Giuseppe Tempra, Myriam Del Campo, Dario Recupero, Davide Santangelo, Gabriele Cantarella, Alberto Campi, Alessandro Petronio, Giulia Sci, Mariangela Librizzi, Susanna Puleo, Valentina Del Campo, Eugenia Di Bella, Stefania Manca, Rosanna Zammataro, Loriana Caruso, Federica Mazzola, Giusy Tomaselli, Veronica Cusumano, Lucia Calabrese, Gaetano Palermo, Antonino Leocata, Flavia Mazzarino, Peppe Trotta.

Appuntamento alla prossima edizione di Percorsi Sonori…

Foto: Davide Santangelo

Marco Bua