Evento
 

Ritorna "Il Rito della Luce": l'arte contro analfabetismo e ignoranza

Ritorna l’evento “Il rito della Luce”: l’arte contro l’analfabetismo e l’ignoranza

Commenti

commenti

17 giu 2017 - 20:23

MOTTA D’AFFERMO -  Domenica 25 giugno alle ore 15 avrà inizio il “Rito della Luce “, l’evento artistico ideato dal mecenate messinese Antonio Presti intorno alla Piramide – 38° parallelo di Motta d’Affermo, opera monumentale di Mauro Staccioli che ridefinisce il panorama tra i Nebrodi e le isole Eolie; la manifestazione è sostenuta dall’assessorato regionale ai Beni Culturali e dal consorzio Valle dell’Halaesa di Tusa.

Sarà proprio l’innesto la parola chiave della celebrazione, un momento di rigenerazione in cui le arti liberano l’energia universale per favorire un percorso di elevazione spirituale: pittori, poeti, performer, danzatori e attori condivideranno con il pubblico (invitato a indossare abiti bianchi) un rito che sprigiona la propria potenza dal caos, la purezza da una nuova e indispensabile necessità di ascolto.

Un innesto di Bellezza nel corpo di una società malata – spiega Antonio Presti, presidente della fondazione Fiumara d’Arte -. Le statistiche italiane parlano di una percentuale del 70% di analfabeti funzionali [...]. Il Rito della Luce celebra una condizione di passaggio, un percorso verso la conoscenza e la condivisione del sapere: elementi fondamentali in un contesto immobile e antiquato come quello siciliano, rivelatosi troppo spesso sordo nei confronti dell’innovazione e del contemporaneo”.

L’innesto è salvifica presenza in un corpo malato, trapianto obbligato per rigenerare il futuro: chiave di lettura atipica del fenomeno migratorio verso un’Europa vecchia e stanca, in realtà possibile incontro tra varie identità culturali unite nella lotta contro la massificazione consumistica e la globalizzazione.

“Nonostante il terrore indotto da un sistema deviato che suggerisce quotidianamente la fuga, invito i giovani a non abbandonare la nostra terra di Sicilia e l’Italia intera. Il vero potere è il sapere, la cultura è l’unico mezzo per affermare una nuova via di futuro[...]“ conclude Antonio Presti.

Ecco il programma delle 3 giornate in cui si svolgerà la manifestazione:

Mercoledì 21 giugno 2017 Solstizio d’Estate – Motta d’Affermo:

  • Dalle ore 10 alle 17: apertura della Piramide – 38° parallelo di Mauro Staccioli in contrada Belvedere a Motta d’Affermo (ME);
  • Conservazione e Rigenerazione dell’opera. Presentazione del tunnel di ingresso alla Piramide nell’ambito del progetto di restauro della Fiumara d’Arte.

Sabato 24 giugno Motta d’Affermo, Castel di Tusa:

  • Dalle 10 alle 17: apertura della Piramide – 38° parallelo. Durante la giornata il pubblico potrà assistere all’allestimento delle opere artistiche;
  • Dalle 18: visita guidata alla mostra Ecolab di Linda Schipani presso il Museo Albergo Atelier sul Mare in via Cesare Battisti, 4, Castel di Tusa (ME)

Domenica 25 giugno Castel di Tusa e Motta d’Affermo (ME):

  • Dalle 10 alle 21: apertura della Piramide – 38° Parallelo.
  • Ore 12: visita guidata delle camere d’arte del Museo Albergo Atelier sul Mare in via Cesare Battisti 4, Castel di Tusa (ME); sarà possibile visitare anche la mostra Ecolab a cura di Linda Schipani;
  • Dalle 15 all’imbrunire: Rito della Luce presso la Piramide – 38° Parallelo con letture di poesie, danza, musica e performance sino al tramonto del sole.

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia