Volontariato
 

Rifugi e colonie feline a Catania: ecco "Le AristoGatte"

16 nov 2016 - 06:44

CATANIA – Quante volte abbiamo visto per strada abbandonati dei poveri gatti? Qualcuno ha mai pensato di prendersene cura e dare loro la speranza di trovare una famiglia dalla quale essere amati?

A Catania ci ha pensato l’associazione “Le AristoGatte”, che ha costruito una colonia felina in via Paratore a Barriera e che cura i piccolini felini nel rifugio di Villa Curia nei pressi del viale Mario Rapisardi.

Le AristoGatte è un gruppo di volontari - racconta la fondatrice Vera Russo – che nasce con l’intento di aiutare gli amici felini. Da sola e senza alcun finanziamento, questa associazione cura, sfama e sterilizza le colonie feline in tutto il territorio di Catania“.

L’associazione è nata molti anni fa quando Vera Russo trovò una gatta malata che aveva passato ben tre giorni sotto la pioggia. Presa dall’amore per questi animali che spesso vengono dimenticati decise di creare qualcosa che potesse tutelarli.

L’obiettivo principale di questa iniziativa è quello di trovare una famiglia a tutti i gatti ‘randagi’ affinchè trovino finalmente una casa dove vivere ed essere amati.

Nel loro rifugio i circa 30 volontari accolgono i poveri felini che il Comune trova per le strade della città ma inoltre aiutano i privati che vogliono adottare o dare semplicemente un rifugio ai gatti che trovano per la via.

I gatti adottati fino ad oggi sono ben 800 e ciò è motivo di vanto per un’associazione di volontariato che lavora da anni grazie anche all‘aiuto di veterinari per la sterilizzazione e le cure di cui i cuccioli necessitano.

In questo momento sono ben 53 i gatti che cercano famiglia e appena uno di loro trova dei padroni il suo posto viene subito preso da un altro micino in difficoltà.

Naturalmente ogni cittadino è ben accetto per aiutare “Le AristoGatte” in questa impresa. Dal diventare volontario alla donazione di cibo, latte, cucce e coperte. L’aiuto più grande è però quello di adottare uno dei tanti gatti che ameranno e dai quali saranno riamati.

Fondamentale è per noi la sensibilizzazione della gente, per costruire insieme un futuro migliore per i nostri a-mici“.

“Le AristoGatte” hanno bisogno di aiuto anche per quanto riguarda il rifugio di Villa Curia a causa della non messa a norma dell’edificio. I volontari lavorano purtroppo senza luce e a volte la costruzione è soggetta ad atti di vandalismo o ai ladri.

Questo però non ha fermato l’incredibile lavoro attuato perchè ciò che stanno facendo viene dal cuore. Lo slogan di questa associazione infatti è un vero e proprio incentivo alla crescita: “Più siamo e più riusciremo a fare“.

Roberta Rapisarda