Sopralluoghi
 

Ragusa si smuove, l'amministrazione interviene nei comuni

31 mar 2016 - 19:21

RAGUSA - Sono stati numerosi ultimamente gli interventi dell’amministrazione a Ragusa e nelle sue varie frazioni, tra cui, principalmente, Marina di Ragusa. 

E proprio a Marina di Ragusa, in via del Mare e in via Vasco De Gama, sono in corso i lavori di sistemazione dei marciapiedi, intervento necessario a causa dell’usura e della deformazione del terreno, dovuta alla crescita delle radici degli alberi circostanti.

Le radici, nel corso degli anni, hanno dato problemi alla rete idrica e fognaria e provocato in più punti il distacco della pavimentazione dei marciapiedi stessi. 

“Con questo intervento per il quale abbiamo previsto una spesa complessiva di 100.000 euro - dichiara l’assessore ai lavori pubblici, Salvatore Corallo - risolveremo un problema annoso. Il progetto ha previsto inoltre, nelle zone dei marciapiedi in cui sono stati rimossi gli alberi, la realizzazione degli scivoli per la fruizione da parte dei portatori di handicap”.    

Ancora a Marina di Ragusa, il sindaco decide di intervenire nelle scuole e, tra i lavori di messa in sicurezza degli edifici scolastici programmati dall’amministrazione comunale, rientra anche l’intervento di risanamento della palestra della scuola elementare e media “Quasimodo”.

“Si tratta di un lavoro – dichiara il sindaco Federico Piccitto – resosi necessario per eliminare la situazione di rischio del distacco e caduta nel cortile della scuola di intonaci e calcinacci. Per questo motivo l’intera struttura è stata ingabbiata ed è tutt’ora sottoposta ad un accurato controllo e risanamento complessivo dei prospetti”.

Continuano le buone notizie dalla pubblica amministrazione, che annuncia l’installazione di ben tre cosiddette “Case dell’acqua”, distributori per l’erogazione di acqua microfiltrata, purificata, sterilizzata, refrigerata, naturale o effervescente.

Come predisposto dal settore Energia ed Ambiente, gli erogatori saranno posizionati uno in Via Mongibello, uno nella piazzetta di Via Zama  ed uno a Largo San Paolo, ad Ibla.

“Il Comune con questo nuovo servizio vuole incentivare l’uso dell’acqua proveniente dall’acquedotto che verrà erogata dagli appositi distributori in osservanza delle norme igienico sanitarie”. A dichiararlo sono il sindaco Federico Piccitto e l’assessore all’ambiente ed energia Antonio Zanotto che ieri mattina hanno effettuato un sopralluogo in via Mongibello.

I cittadini sono invitati a comprare e rinnovare annualmente la tessera elettronica che gli permetterà di usufruire delle “case dell’acqua”, contribuendo a una progressiva diminuzione dei rifiuti costituiti dalle bottiglie di plastica utilizzate per l’imbottigliamento dell’acqua.

Un altro intervento del Comune riguarda il trasferimento dell’archivio storico comunale nella biblioteca civica “G.Verga” di Via Zama. L’archivio, precedentemente, occupava un immobile in affitto di via Di Vittoria.

Per attrezzare al meglio la nuova sede dell’archivio storico comunale l’amministrazione comunale ha disposto la esecuzione di alcuni lavori.

“Tre archivi compattatori rotanti ed  un impianto antincendio sono stati già installati al secondo piano dell’immobile comunale - dichiarano il sindaco Piccitto e l’assessore ai lavori pubblici Corallo - altri interventi, per una spesa complessiva di circa 120.000 euro, verranno eseguiti entro il mese di aprile in modo da consentire all’archivio storico comunale di potere operare nella nuova sede”.  

 

 

Clelia Mulà