Musica
 

Ragusa Ibla si riempie di emozioni: da ieri il festival “Ibla grand prize”

Commenti

commenti

21 lug 2017 - 20:41

RAGUSA – Le emozioni della grande musica internazionale hanno invaso Ragusa Ibla, riempiendo l’aria di freschezza, gioia, armonia e sentimento. Al via ieri la 26^ edizione di “Ibla Grand Prize”, l’evento che celebra la grande musica, classica, ma anche jazz, sacra e contemporanea, e il talento di artisti provenienti da tutto il mondo.

Organizzato dalla Ibla Foundation, con la direzione artistica del maestro Salvatore Moltisanti, il festival è entrato nel vivo con un intenso programma che fino a martedì prossimo omaggerà la musica attraverso centinaia di artisti. Come sempre la manifestazione darà loro la straordinaria possibilità di esibirsi davanti ad una giuria di esperti e un pubblico raffinato ed ambire così ad una carriera concertistica internazionale nei palcoscenici più prestigiosi al mondo, come il Lincoln Center Alice Tully Hall e la Carnegie Hall di New York City, Tokyo Opera City Hall, Tchaikovsky Bolshoi Hall di Mosca, oltre ad altre prestigiose Università negli Usa, Canada, Europa, Russia, Indonesia, Vietnam, Cambogia, Thailandia e Giappone.

Dopo l’anteprima, da ieri e per tutti i giorni del festival, dalla mattina fino a tarda sera, alcune delle location più suggestive di Ragusa Ibla, come il Palazzo Arezzo di Trifiletti, la Chiesa di Santa Teresa, la sala Falcone Borsellino, il Palazzo Ottaviano Bruno, le Botteghe di Via del Mercato e la Chiesa di San Vincenzo Ferreri, ospiteranno le varie esibizioni degli artisti concorrenti, ai quali sarà così data la possibilità di mostrare le proprie capacità in contesti diversi e in momenti diversi della giornata, esattamente come viene richiesto di fare ad un professionista. Ma Ibla Grand Prize si prepara anche alla prima delle due serate di grande spettacolo.

Domenica infatti, a Villa Criscione, alle ore 21.00, si terrà il consueto evento di beneficenza a favore della missione dei Carmelitani in Madagascar, che dal 2006 è ormai un appuntamento fisso per il pubblico affezionato della kermesse, alla musica di eccellenza e ovviamente vicino agli scopi benefici dell’evento. Durante la serata saranno inoltre selezionati i candidati per i premi speciali “Kent State University Piano Institute Scholarship Award”, “Denver University Piano Scholarship Award” e “IBLA – LEBANON Award”.

L’altro appuntamento assolutamente da non perdere è per martedì 25 luglio, con la serata conclusiva della manifestazione a Villa Anna, con la selezione dei candidati per il premio in memoria di “William Modica and Concetta Giordanella Modica” e il “Grace M. Susino Memorial Award”. Per maggiori informazioni sul programma della 26^ edizione è possibile visitare il sito www.ibla.org.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia