Evento
 

Progetto RAMSES verso la valorizzazione dei prodotti siciliani

8 nov 2015 - 07:00

SIRACUSA - È stato presentato ieri nella splendida cornice del Grand Hotel Villa Politi l’ambizioso progetto RAMSES, rivolto a tutte le aziende che producono eccellenze nel campo del settore agroalimentare e che ambiscono a valorizzare le produzioni locali inserendosi all’interno di un sistema integrato che esalti le specialità e tipicità della Sicilia orientale.

Per la prima volta cinque GAL (Gruppi Azione Locale), Eloro – Etna – Kalat – Terre dell’Etna e dell’Alcantara – Alto Casertano, sono riusciti ad integrare tre progetti di cooperazione RAMSES, RADAMES e SALITIS, relativi rispettivamente ai prodotti tipici, al turismo e all’internazionalizzazione.

Capofila del progetto di cooperazione RAMSES, acronimo di Rete Aree Mercantili per lo Sviluppo dell’Economia Sostenibile, è il GAL Eloro,

Sergio Campanella, responsabile GAL Eloro, ha tenuto a precisare l’importanza del conferimento dei così detti “Passaporti del gusto” avvenuto in occasione dell’incontro. Tali passaporti sono uno strumento fondamentale che le aziende possono utilizzare per la promozione e commercializzazione dei propri prodotti nei mercati di riferimento.

Ma quali sono i vantaggi per le aziende lavorando in un sistema integrato?

Sul ruolo fondamentale dei passaporti del gusto è inoltre intervenuto Michele Germanà, presidente dell’Agenzia per il Mediterraneo.

Altro importante elemento del progetto è la piattaforma informatica “Valore Sicilia”, lo strumento tecnologico di promo-commercializzazione che si prefigge l’obiettivo di garantire informazioni relative alla genesi e rintracciabilità dei prodotti agroalimentari.

Le aziende che lavorano in un sistema integrato devono affrontare le sfide di un mercato globalizzato, una sfida che richiede investimenti e progettazioni adeguate come spiega Michele Giglio, dirigente dell’assessorato risorse agricole e alimentari della Regione siciliana.

Un’importante vetrina anche per le tante aziende che, all’interno dei GAL, hanno fatto valere la propria esperienza, passione ed eccellenza, riuscendo ad imporsi in un mercato sempre più globale mantenendo tuttavia una dimensione locale, radicata nel territorio.

Daniela Torrisi – Viviana Mannoia

                           

Redazione NewSicilia