Libri
 

Presentato a Catania "Cuffaro - Tutta un'altra storia"

Nastasi presenta “Cuffaro – Tutta un’altra storia”

22 mar 2016 - 18:27

CATANIADomenica 20 marzo, si è tenuta la presentazione del nuovo libro di Simone NastasiCuffaro – Tutta un’altra storia” (Bonfirraro Editore). Presenti all’incontro l’autore e l’onorevole Salvatore Fleres che ha moderato l’incontro. Purtroppo il protagonista del libro, Totò Cuffaro, non ha preso parte all’evento come da programma.

Simone Nastasi, dopo il suo primo esordio con il libro “Il caso Speziale”, ha deciso di imbattersi in una nuova vicenda giudiziaria: quella che ha contrassegnato in maniera indelebile la storia politica siciliana.

Con il libro “Cuffaro – Tutta un’altra storia”, l’autore ha voluto far luce sui motivi reali che hanno portato alla detenzione dell’ex presidente della Regione.

Nastasi ha dichiarato che il motivo che lo ha spinto a scrivere di una tale vicenda era “la pura curiosità di comprendere a fondo le 5000 pagine di documentazione su uno dei più famosi processi della storia italiana e sui veri rapporti che aveva Cuffaro con la mafia“.

Ma cosa lo ha colpito veramente scoprendo a fondo l’accaduto? “La dignità con cui Cuffaro ha affrontato questa storia. Il modo con cui è andato in carcere, e tutte le scelte che ha fatto”.

Durante l’incontro, Salvatore Fleres ha commentato: “Questa vicenda ha avuto obiettivi collegati al personaggio di Cuffaro e non alla sua colpa“.

A proposito dell’idea che è stata divulgata dai media, Fleres ha focalizzato l’attenzione su tre tipi di verità: la verità mediatica, la verità giudiziaria e la verità storica. Queste tre distinzioni le ha paragonate alla proiezione dell’ombra di un cilindro con base e altezza equivalenti: se la figura si vede dall’alto o dal basso apparirà un cerchio, se si guarda di lato apparirà un quadrato. 

Lo scopo del libro era di dare ai cittadini la possibilità di “crearsi una propria opinione” sulla vicenda, mostrando cosa era accaduto veramente durante il processo e le prove che sono state usate contro Cuffaro.

Molti si saranno chiesti se dopo la pubblicazione di questo libro potesse avvenire una rivalutazione del personaggio politico di Cuffaro: “La rivalutazione non era un mio obiettivo. Questa storia secondo me andava raccontata per come si è svolta all’interno del processo. Il libro potrebbe portare unicamente alla rivalutazione non a livello politico ma a livello umano, per quello che Cuffaro ha vissuto e alla luce di quello che è successo veramente“.

 

Roberta Rapisarda