Beneficenza
 

Presentata la dodicesima edizione di
"Un gol per la Solidarietà"

Commenti

commenti

19 apr 2017 - 13:44

CATANIA - “Il tempo passa, la solidarietà resta“. Potrebbe essere questo uno dei tanti slogan da abbinare alla manifestazione “Un gol per la Solidarietà“. Ci sarebbe molto da dire, infatti, sull’iniziativa giunta alla sua dodicesima edizione e che è stata presentata stamattina a Palazzo Platamone a Catania.

Sulle molteplici note positive da potere abbinare alla manifestazione organizzata da “Italia Eventi” di Luca Napoli, però, ho preferito sottolineare un concetto: il tempo. È questo, infatti, che rende giustizia agli sforzi coordinativi ed al successo dalla manifestazione. Spesso sentiamo parlare di solidarietà, di beneficenza, di altruismo. E non di rado, purtroppo, scopriamo poi che i buoni propositi tanto sbandierati celano intenti molto meno edificanti se non addirittura meschini e personali. Ne abbiamo viste tante passare di “meteore”; iniziative apparse e scomparse alla velocità della luce con tanto di “personaggi” presto spariti dalle scene e, alcuni, ancora “latitanti”.

“Un gol per la Solidarietà”, invece, no. Oltre alla solidarietà ha dimostrato “solidità”, nel tempo. Coerenza, passione, organizzazione sono gli ingredienti alla base di quella che nel 2012, come è stato ricordato oggi con orgoglio in conferenza stampa, ha permesso a Luca Napoli – in qualità di organizzatore dell’evento – di essere premiato a Milano da Javier Zanetti (indiscussa stella del calcio interista oltre che internazionale) come autore del miglior evento di beneficenza per quell’anno in Italia. Non un traguardo ma un punto di partenza. La manifestazione, infatti, non si è adagiata sugli allori ma ha continuato ad andare avanti con più linfa, con maggiore visibilità, con crescente vigore. E, soprattutto, con la motivazione di sempre che ne anima i contenuti. Ovvio che per Luca Napoli il messaggio da lanciare è sempre lo stesso.

Oggi, in conferenza stampa, sono stati ricordati gli undici anni precedenti della manifestazione: dalle madrine Elena Santarelli, Rosaria Cannavò, Elisabetta Gregoraci, Cecilia Rodriguez, Juliana Moreira e Raffaella Fico ai numerosi personaggi che hanno preso parte attiva al quadrangolare di calcio che si disputa allo stadio “Angelo Massimino” di Catania: Luca Argentero, Jimmy Ghione, Giulio Base, Fargetta, Dj Ringo. E con loro, immancabili, gli sportivi: Diego Pablo Simeone, Sinisa Mihajlovic, Dario Marcolin, Giovanni Marchese, Davide Baiocco, Gionatha Spinesi, Ciro Capuano, Francesco Lodi, Armando Pantanelli, Beppe Mascara. Questi ultimi due presenti oggi in conferenza stampa per ricordare che saranno in campo anche quest’anno.

La formula della manifestazione è sempre la stessa: quattro squadre si contenderanno la Coppa: la Nazionale Italiana Artisti TV, una formazione di partner-sponsor dell’evento chiamata Dream Team, una formazione dei giornalisti, una selezione composta da personaggi del mondo dello spettacolo, politica e sport chiamata All Star Sicilia.

Il ricavato, sotto forma di buoni spesa, sarà dato in beneficenza a famiglie locali a reddito zero, individuate attraverso l’Associazione Onlus “Regala un Sorriso”.

L’appuntamento è per mercoledì 3 maggio prossimo, alle ore 10,30, allo Stadio “Angelo Massimino” di Catania. E anche stavolta ci sarà “il tempo” per divertirsi e per innalzare i valori della solidarietà.

Commenti

commenti

Sergio Regalbuto