Iniziativa
 

Presentata a Catania proposta di legge contro lo spreco alimentare

Presentata la legge contro lo spreco alimentare

20 feb 2016 - 17:53

CATANIA – Ieri è stata presentata, durante il convegno su “Spreco e recupero delle eccedenze alimentari”, la proposta di legge sulle eccedenze e contro lo spreco alimentare. Gadda afferma: “Il nostro obiettivo è legge spreco-zero in aula a marzo”.  

Molto partecipata l’iniziativa organizzata dall’associazione Equo. Tra i partecipanti Maria Chiara Gadda, i deputati etnei del PD Berretta e Burtone, ed Ettore Rosato

Ettore Rosato: “Il PD e il Governo ritengono prioritaria questa legge. Siamo certi che a brevissimo potremo annunciarvi l’approvazione”.

“La necessità di una politica ‘spreco-zero’ – ha sottolineato Tania Spitaleri, esponente del PD – vuol dire puntare su recupero, riuso e redistribuzione delle eccedenze sia nel settore alimentare che in quello farmaceutico”.

Anche se in Italia c’è una crescente sensibilità al tema, i numeri degli sprechi sono ancora impressionanti. Ogni anno le famiglie italiane buttano nella spazzatura cibi per oltre 8 miliardi di euro.

Dato molto importante da considerare, però, è anche  la crescita sostanziale dal 2010 al 2013 del 47% sul numero delle persone che vengono aiutate dal sistema di distribuzione di prodotti alimentari destinati alla popolazione indigente (dati Agea).

Del riutilizzo del cibo ha parlato inoltre il professore Vincenzo Chiofalo, docente all’Università di Messina e responsabile del progetto Save. “Save – ha detto – è un progetto di ricerca finanziato dal Miur che nasce per dare una nuova vita ai cibi scaduti o scartati, riducendo al minimo il conferimento degli stessi in discarica”.

Maria Chiara Gadda, entusiasta, ha voluto sottolineare la sua speranza per l’arrivo della legge in aula a marzo e per il desiderio che essa venga approvata all’unanimità.

Tante le novità della legge. Tra queste la family bag da usare al ristorante per permettere alle famiglie di portare a casa il cibo avanzato, iniziative per il recupero dei farmaci e paletti per la tracciabilità dei prodotti.

Il dibattito è stato arricchito dai rappresentanti delle associazioni coinvolte nelle iniziative. Presenti Fabio Prestia (Banco Alimentare), Emiliano Abramo (Comunità di Sant’Egidio), Giosuè Catania (Cia), Giovanni Pappalardo (Coldiretti), Francesco Toscano (Confagricoltura), Carmela D’Agostino (Cope) e Giuseppe Giansiracusa (Legacoop).

Presenti inoltre diversi sindaci, tra cui quelli di Trecastagni (Giovanni Barbagallo), Paternò (Mauro Mangano), Sant’Agata Li Battiati (Carmelo Galati) e Raddusa (Cosimo Marotta), e gli assessori regionali Bruno Marziano e Anthony Barbagallo, la deputata nazionale Luisa Albanella e il parlamentare regionale Luca Sammartino.

Redazione NewSicilia