Humor
 

Pista ciclabile a Catania: il web scatenato fra polemiche e ironia

26 apr 2016 - 11:20

CATANIA - La pista ciclabile prende forma. Per molti è un passo in avanti per lo sviluppo della città, ma per altri è focolaio di dubbi e polemiche. Così è scattata l’ironia sul web.

A cominciare dal colore scelto: un azzurro acceso che ha spinto molte persone a soprannominare la corsia “la pista dei puffi”. Nonostante sia stato precisato che in molti paesi europei la tonalità di azzurro rende la pista più visibile riducendo il numero di incidenti.

E, ancora… i catanesi si sono scatenati anche sui cordoli: chi trasformando la pista in corsia dei box di un circuito di Formula 1 e chi, forse, “l’ha scambiata per corsia d’emergenza per le ambulanze”.

Ma, volendo tornare ad essere seri, la prima osservazione fatta in tempi non sospetti è quella legata ai parcheggi. Le aree di sosta, per altro non a pagamento, hanno lasciato spazio alla lingua di asfalto riservata ai ciclisti. Tuttavia, il viale Artale Alagona è un’arteria molto frequentata, specialmente nel periodo primaverile ed estivo. Che alternativa fornire agli automobilisti? La soluzione dei parcheggi a pagamento come quello di piazza Europa è la prima tra le possibilità, ma, al momento, l’unica area attrezzata è solo quella.

E non finisce qui. Ciò che manca, seppur solo in alcuni tratti, è un marciapiede per i pedoni, la pista è a doppio senso e i cordoli hanno già causato cadute e qualche piccolo imprevisto.

Cosa dobbiamo aspettarci di altro?

 

Andrea Lo Giudice