Terremoto
 

Pedara omaggia i volontari della Misericordia rientrati da Amatrice

7 set 2016 - 17:16

PEDARA - “I nostri volontari sono l’orgoglio di questa città, hanno risposto nell’immediato alla richiesta di attivazione per l’emergenza nel centro Italia ed in queste settimane, mentre la terra ancora trema, si stanno adoperando per raccogliere fondi a sostegno delle popolazioni di un territorio flagellato; anche il Comune di Pedara farà la sua parte soprattutto quando il clamore mediatico calerà”.

È stato questo il commento del sindaco di Pedara Antonio Fallica, che ha incontrato Angelo Nigido ed Emanuele Nicolosi, i due uomini della Misericordia che la notte del 24 agosto sono stati allertati dalla Protezione Civile rispondendo nell’immediato alle richieste di soccorso di Amatrice. Per loro una targa ed un encomio consegnati in municipio alla presenza del governatore Alfredo Distefano, della giunta al completo e del presidente del consiglio comunale Mario Laudani.

“L’Italia risponde in tutta la sua interezza, voi siete l’emblema di una struttura che rappresenta la nostra città” ha detto il sindaco dopo avere ascoltato il racconto di Nigido e Nicolosi che, nella notte del disastro, si sono messi in viaggio per offrire un sostegno di logistica ed hanno percorso 900 chilometri per trovarsi davanti morte, distruzione, paura e tanta rabbia, con i tremori del suolo ancora vivi e la gente in completa confusione. “Ho chiesto alla mia giunta di riflettere e di attivarsi su ciò che è possibile fare per questi cittadini che rischiano di essere dimenticati proprio quando i riflettori si spegneranno. La nostra terra – ha continuato – ha vissuto drammi analoghi e capiamo come sia importante esserci quando l’attenzione per queste popolazioni si abbasserà”.

“La Misericordia di Pedara è una realtà importante – ha invece aggiunto il vicesindaco Francesco Laudani e da sempre vicina. Ciò che fa nel quotidiano è tangibile e spero che assieme possiamo apportare un concreto contributo”.

Un grazie particolare dall’assessore alla protezione civile Salvo Torrisi e dagli assessori Marina Consoli e Leonardo Laudani. L’augurio del presidente Mario Laudani è quello di porre alle basi della prevenzione l’informazione alla cittadinanza e nelle scuole.

Gli hanno fatto eco le parole del governatore Distefano, che ha ricordato la campagna di sensibilizzazione “La prevenzione ti salva”.

Gabriele Paratore