Beach Volley
 

Paolo Nicolai presente alla finale scudetto a Catania: "Felice dell'affetto ricevuto"

3 set 2016 - 15:52

CATANIA – Bisogna sempre porsi degli obiettivi ambiziosi, noi quello che possiamo promettere è che faremo di tutto per riuscire a raggiungere l’obiettivo che abbiamo già sfiorato dando tutto in ogni allenamento ed in ogni partita, i risultati sicuramente si vedranno”.

Ad affermarlo è Paolo Nicolai, argento olimpico nel beach volley a Rio 2016, presente oggi alla finale scudetto nazionale che, per il terzo anno consecutivo, si svolge al Centro Federale Le Capannine di Catania. All’evento sportivo mancava Daniele Lupo, partner di Nicolai nella spedizione brasiliana, a causa di un contrattempo. 

Paolo Nicolai, 28enne di Ortona in provincia di Chieti, è stato accompagnato oggi dall’allenatore del duo olimpico, Matteo Varnier. Grande entusiasmo tra gli appassionati di beach volley che non hanno perso l’occasione per omaggiare l’atleta per l’ottimo risultato conquistato a Rio.

È stato molto bello – ha affermato Nicolai – per me essere qui oggi, soprattutto in un momento importante come la finale scudetto del campionato italiano. Siamo orgogliosi di aver raggiunto questo obiettivo, sia io che tutto il movimento. Questo affetto che abbiamo ricevuto qui a Catania è la dimostrazione che abbiamo fatto qualcosa di importante”.

È un argento che – ha continuato - vale come un oro, quello che possiamo fare è continuare a giocare e portare altri risultati che, con allenamento e dedizione, non tarderanno ad arrivare. Devo ringraziare senz’altro la mia famiglia che mi ha supportato per tutto il tempo e mi ha permesso di arrivare dove sono ora”.

“Senza Daniele – sottolinea Nicolai – nulla di questo sarebbe stato possibile, giochiamo insieme da tanti anni ed al momento pensiamo sia giusto continuare insieme, dato che i risultati ci danno ragione. Ma tutto ciò si ottiene insieme al lavoro di tutti coloro che ci stanno attorno e stanno ‘dietro le quinte’ permettendoci di ottenere risultati di questo prestigio”.

“Adesso mi prendo un periodo di riposo per riprendermi da un lieve infortunio che ho accusato durante i giochi olimpici e poi riprenderò come prima a lavorare per le prossime competizioni. Il mio obiettivo sarà sicuramente andare a disputare le prossime olimpiadi a Tokio nel 2020, e magari – conclude Paolo Nicolai – potrò levarmi altre soddisfazioni”.

Durante la manifestazione sportiva il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha consegnato personalmente a Nicolai ed all’allenatore Varnier un “elefantino d’argento” come ricordo della presenza a Catania del campione abruzzese e come premio per gli ottimi risultati raggiunti che hanno portato una medaglia olimpica all’italia nel beach volley per la prima volta da quando, vent’anni fa, questa disciplina è stata introdotta ai giochi.

Carlo Marino