Evento
 

Palermo, le Oasi dell'Identità al Bonocore per i prossimi tre week-end

12 ott 2015 - 16:49

PALERMO - Prenderà il via domani alle ore 20, al Palazzo Bonocore di Piazza Pretoria, il progetto ideato e diretto da Lucio Tambuzzo “Le Oasi dell’Identità”.

L’inaugurazione è fissata all’interno de “Le vie dei tesori”, festival promosso da diverse istituzioni tra cui l’Università.

Il progetto sarà in corso per altri tre week-end, fino all’1 novembre. 

Il Palazzo, in passato nelle mani di negozianti, duchi, presidenti e senatori e che oggi è di proprietà della Curia, è stato appena restaurato e resterà aperto il sabato e la domenica dalle 10.30 alle 13 e il pomeriggio dalle 14.30 fino alle 18.

Martedì dalle 22 alle 24 l’ingresso per i visitatori (che dovranno essere massimo 25 per turno) sarà gratuito e per l’occasione Piazza Pretoria verrà abbellita con fasci di videomapping che invaderanno tutte le residenze circostanti per poi giungere alla fontana della piazza.

“Le Oasi dell’Identità” sarà un vero e proprio museo multimediale sul patrimonio culturale siciliano: sugli affreschi dei soffitti, che ritraggono amorini, putti e fanciulle, scorrono i tesori intangibili della Sicilia, come l’Opera dei pupi, la vita delle tonnare e il ciclo del grano.

Gli studi dell’antropologo Ignazio Buttitta verranno tradotti nelle immagini di Carmelo Minnella, raffiguranti i sopra citati capitali della nostra Terra, che potranno essere sfogliate su enormi video wall.

Il visitatore percorrerà un mondo “liquido” visivo ed emozionale dentro l’isola, usufruendo dei 67 minuti di proiezione dei video wall.

Nelle prime due sale la protagonista sarà la terra, vale a dire il mondo contadino e le sue tradizioni quotidiane; nel secondo percorso tematico, nella Sala del Cubo, andranno in scena il talento artigiano di pupari e ceramisti e la devozione popolare. Nelle ultime due sale protagonisti il paesaggio terreno e marittimo, le liturgie della mattanza e il cibo.

In ognuna delle sale verranno esposti gli oggetti ed esempi di arte siciliana: dalle ceramiche ai pupi, dalle piastrelle ai gioielli.

 

Redazione NewSicilia