Criminalità
 

Palermo, le IMMAGINI incastrano la banda delle spaccate: furto anche da Louis Vuitton. VIDEO

2 dic 2016 - 11:25

PALERMO - Al termine di due anni di indagini, i carabinieri hanno arrestato Antonino D’Atria Antonino e Vincenzo Salemi (da sinistra a destra in basso), in seguito alla notifica di ordinanza di custodia cautelare per furto aggravato in concorso: i complici, di 27 e 21 anni, dal mese di agosto 2014 al gennaio 2015, sono stati il terrore degli esercenti avendo messo a segno diversi colpi.

Palermo, le IMMAGINI incastrano la banda delle spaccate: furto anche da Louis Vuitton. VIDEOPalermo, le IMMAGINI incastrano la banda delle spaccate: furto anche da Louis Vuitton. VIDEO

Armati di spranga e mazzuole, i due giovani hanno dimostrato di essere avvezzi ad un determinato modus operandi: dopo aver sfondato le vetrine, si introducevano da un piccolo ingresso, da veri contorsionisti; pochi secondi all’interno del negozio, e poi subito la fuga con il bottino.

Proprio grazie a questo metodo i due sono balzati alla cronaca dopo i colpi messi a segno alla Louis Vuitton e al negozio Hessian: il primo costato 20 mila euro di merce asportata. Ma non solo. A fronte di avanzate tecniche investigative, questa volta il risultato è stato raggiunto con un’indagine tradizionale.

I carabinieri della stazione Crispi si sono cimentati in ore ed ore di pazienti visioni delle immagini di videosorveglianza degli esercizi commerciali, riuscendo a ricondurre sempre ai due giovani anche altri furti, tra cui il supermercato Conad, il negozio d’abbigliamento D’angelo moda ed l’Angolo ottico. Un lavoro meticoloso, supportato dalla sinergia dei militari della compagnia Palermo Piazza Verdi e della sezione investigazioni scientifiche del comando provinciale, con la sua fondamentale azione di repertamento delle tracce lasciate dagli autori sui luoghi.

L’autorità giudiziaria, valutate i numerosi riscontri, ha fatto scattare l’arresto per entrambi, disponendo gli arresti domiciliari. Il lavoro dei carabinieri proseguirà, al fine di verificare se i due siano gli autori anche di altri furti commessi nella zona.

Redazione NewSicilia