Controlli
 

Ognina, chioschi-bar nella lista nera: scarico di acque reflue in mare, scattano le sanzioni

Commenti

commenti

5 lug 2017 - 11:35

CATANIA - Scaricavano le acque nere direttamente a mare: questo quanto scoperto dal commissariato Borgo-Ognina nella mattinata di ieri. 

Durante gli accertamenti eseguiti dalle autorità competenti si è appreso che ben due chioschi-bar, entrambi a ridosso del porticciolo di Ognina, gettavano acqua sporca e oltre tutto maleodorante a mare, tra l’altro poco distante dalle strutture, si parla di 3 metri circa.

Esito positivo, quindi, per i titolari indagati entrambi in stato di libertà per il reato ambientale di scarico illecito di acque reflue punito dagli art. 124 e 137 del D.Lgs 152/2006.

Il primo esercente si è visto sequestrare la propria attività preventivamente. Da specificare inoltre che il suolo pubblico occupato dallo stesso, 6mq, era fra le altre cose “utilizzato” a scopi lavorativi nonostante l’assenza della necessaria concessione. Ragion per cui è scattata una sanzione ai sensi dell’art.20 del Cds.

Vicinissimo al primo chiosco-bar controllato, un secondo, anch’esso preso di mira dalle autorità competenti, che hanno riscontrato gli stessi problemi, per tanto si è provveduto a sanzionare il proprietario al quale sono toccate le medesime sanzioni.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia