Arte
 

A Modica "affollato" omaggio a Giuseppe Colombo

12 dic 2015 - 19:56

MODICA - Un gran numero di persone ha aspettato di poter prendere parte all’inaugurazione della mostra “Colombo. Opere 1999-2015″.

Le opere sono una sessantina, sono state selezionate dallo storico Paolo Nifosì. Tutte le immagini, prestate da collezionisti e gallerie di tutta Italia ripercorrono i primi quindici anni dell’artista Giuseppe Colombo. Lui, come altri grandi nomi, come Piero Guccione e Franco Sarnari, fa parte del “Gruppo di Scicli”, aggregazione di raffinati interpreti contemporanei.

Colombo, 44 anni, è un artista che si dedica molto ai paesaggi, alle nature morte e al nudo. Lo fa attraverso la fuliggine, il carboncino e la matita. Sua fonte di ispirazione, come fa notare Nifosì, sono le foto dell’Ottocento. Tra le opere più interessanti che risaltano le sue qualità c’è “Nudo al tramonto”.

Per quanto riguarda i paesaggi, invece, “Marina di Modica” rappresenta sicuramente una delle sue eccellenze: “È essenza della sua obiettività - spiega Nifosì – con grande profondità e giochi di luce”.

A spendere altre parole importanti per l’artista è il giornalista Stefano Malatesta: “Ci sono alcuni artisti che possono arrivare molto lontano. E Colombo è uno di questi. Quando vidi un suo dipinto raffigurante una volpe uccisa e abbandonata lungo una strada di campagna mi venne di soprannominarlo ‘Le magiciens du crayon’. Un varo capolavoro”.

Andrea Lo Giudice