Funerali
 

Misterbianco, in migliaia per l'ultimo saluto a Leonardo

26 feb 2016 - 17:52

MISTERBIANCO – Tanta, tantissima gente commossa per dare l’ultimo saluto a Leonardo.

Dopo il ricordo stamani al Pala Spedini di Catania, la Chiesa Madre di piazza Papa Giovanni XXIII è stata prontissima ad accogliere il giovane De Francesco, morto mercoledì scorso a causa di un fatale incidente in via Valdisavoia.

Le moto parcheggiate in piazzetta, vicino alla chiesa; tre grandissime e splendide corone di fiori ad accoglierlo; i compagni che indossavano delle magliette con sopra stampata la sua foto e la frase Muor giovane colui ch’è caro al cielo, accompagnata dalle sue iniziali (LD).

La messa è stata momento di unione e di vicinanza alla famiglia, ogni parola risuonava sempre più forte, i compagni di classe della quinta A seduti accanto alla bara con dentro il caro amico. “Il suo è solo un arrivederci – ha commentato il prete - noi lo rincontreremo. Adesso vive un’altra vita, piena d’amore. E qui, in questa terra, ormai ci siamo pure dimenticati cosa sia questo sentimento: perciò manifestiamolo sempre, perchè una vita senza amore è soltanto una vita sprecata”.

Lacrime di dolore per il compagno di banco di Leonardo, che ha letto la toccantissima lettera della quinta A dedicata al giovane, conclusa con un “Ti amiamo, sempre. La tua quinta A”. Anche i docenti e la preside Maria Raciti hanno voluto ricordarlo come “un ragazzo con tanta voglia di conoscere, i nostri alunni sono come dei figli per noi”.

All’uscita dalla chiesa, tanti bambini hanno preso dei palloncini bianchi con scritto “Ciao Leo” facendoli volare in cielo.

E quelle moto, all’inizio parcheggiate in piazzetta, sono state guidate dai suoi amici fino al cimitero per ricordare la passione di Leonardo: quella moto che, purtroppo, gli è stata fatale.

Gabriele Paratore