Iniziativa
 

Marines di Sigonella all'istituto Casella di Pedara

28 set 2016 - 17:49

PEDARA - Cibi pronti, bevande zuccherate e confezionate, abbinate a una vita sedentaria fanno ormai parte integrante dello stile di vita di molti giovani.

Motivo per cui all’istituto comprensivo “Salvatore Casella” di Pedara, si è deciso di far coincidere l’inizio dell’anno scolastico con l’avvio di un’interessante iniziativa all’insegna del buon cibo e di una vita sana.

Un centinaio di ragazzi hanno pertanto incontrato, nel plesso di via Eleonora D’Angiò, sei Marines della base militare di Sigonella, tra cui una donna, per discutere di alimentazione e sport.

Il prototipo di militari agili, scattanti funge da sprone per le giovani generazioni. Modelli di uno stile di vita salutare, i militari di Sigonella diventano strumento fondamentale attraverso cui lanciare messaggi utili per salvaguardare il corpo e la mente.

Quindi, nonostante la vita frenetica, è indispensabile fare spazio sulle tavole a frutta e verdura, abbinate a una giusta dose di carboidrati e proteine. Ma a questo deve sempre essere accostato un assiduo allenamento fisico, per mantenere muscoli e articolazioni sempre robuste.

Antonio Fallica, sindaco di Pedara, visibilmente soddisfatto, è intervenuto durante l’incontro: “Abbiamo già avuto il piacere di approcciarci a questa comunità la scorsa estate al campus estivo. Per i ragazzi è stata una bellissima esperienza e non potevamo non replicare. La nostra intenzione è di infittire questa collaborazione”.

Una collaborazione che va oltre le nozioni impartite su uno stile di vita sano, poiché si prefigge anche di favorire un dinamico scambio culturale e un approccio diretto con la lingua inglese.

Durante l’incontro, Maria Greco, insegnante di inglese, nonché referente del progetto Community Relations, che la Base Americana di Sigonella porta avanti da tempo con piani educativi e informativi, ha difatti invitato i suoi alunni a instaurare un dialogo con i militari, ponendo loro domande in lingua inglese.

Questi progetti di buon vicinato – ha dichiarato Alberto Lunetta, dell’ufficio community relations della base di Sigonella – hanno un senso perché sono i giovani ad interagire: il coinvolgimento è fondamentale e vediamo che tutti rispondono con partecipazione”.

In cantiere, stando alle parole dell’assessore alla pubblica istruzione Marina Consoli, vi sono nuovi e interessanti progetti, che vanno proprio a favorire la crescita culturale e non solo, dei giovani.

Fernando Rizza, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo, ha chiuso l’incontro con un allettante invito rivolto ai Marines presenti: “Cibo sano e vita attiva sono importanti, per questo abbiamo voluto omaggiare i nostri ospiti con uno spuntino a base di pane casereccio, condito con olio ed origano tutto rigorosamente biologico”.

 

Daniela Torrisi