Iniziativa
 

Il liceo scientifico di Aci Bonaccorsi "in scena" per beneficenza: "Ricompriamo ciò che ci è stato rubato"

Commenti

commenti

25 mag 2017 - 07:46

ACI BONACCORSI -  Una serata all’insegna del divertimento e della beneficenza, quella che i ragazzi del liceo scientifico di Aci Bonaccorsi hanno deciso di organizzare al teatro comunale “Leonardo Sciascia”.

Un evento che ha avuto uno scopo fondamentale, ovvero quello di riacquistare i computer rubati alla scuola e in particolare quelli appartenenti alla nuovissima aula 3.0. I ragazzi, infatti, ormai da diverso tempo, vivono una situazione di disagio, alla quale però hanno cercato di rimediare.

All’esterno del teatro è stata allestita una fiera del dolce, grazie al contributo dei genitori degli alunni e una piccola mostra di serpenti, con i quali era possibile scattare una foto a un prezzo simbolico.

Un teatro completamente pieno ha visto esibirsi i ragazzi in diverse performance: dal ballo al canto, dalle poesie ai monologhi, alcuni dei quali scritti dai ragazzi stessi. Non sono mancati nemmeno momenti di riflessione, come a inizio serata quando è stato recitato un monologo il cui tema principale ruotava attorno al femminicidio.

La serata è stata finanziata da alcuni sponsor, grazie ai quali è stato possibile sorteggiare dei premi, a metà e a fine serata. Uno spettacolo lungo, ma coinvolgente, concluso dalle parole del preside, Riccardo Biasco: “Il liceo scientifico di Aci Bonaccorsi è uno scuola stupenda in un paese meraviglioso. Il mio desiderio è che la scuola continui a esistere e soprattutto continui a crescere. L’anno prossimo molto probabilmente riusciremo a formare nuovamente una prima”.

Presenti alla serata, oltre ai professori del liceo e alla giunta comunale, anche diversi ex alunni, i quali hanno manifestato un attaccamento a questa piccola ma grande realtà, fiore all’occhiello del comune etneo.

Commenti

commenti